menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pigneto: telecamere anti spaccio oscurate dagli alberi, se ne accorge solo La7

Una telecamera installata in via del Pigneto è completamente coperta dai rami, ma per settimane nessuno ci ha fatto caso

A cosa servono gli occhi elettronici se poi ci si scorda di potare le fronde degli alberi? E soprattutto: a che pro spendere un milione di euro per la sicurezza, se poi quelle stesse telecamere non vengono monitorate? Domande ancora più dolenti alla luce di quanto ha mostrato Myrta Merlino a L’Aria che tira, programma in onda tutte le mattine su La7. In un servizio dedicato al degrado del Pigneto i giornalisti della trasmissione hanno fatto incursione nella zona pedonale, notando tra il via vai di pusher un occhio elettronico completamente coperto da un albero.

Ospiti nella Sala Centrale, l'ufficio dove vengono monitorate tutte le telecamere della Capitale, i giornalisti sono riusciti a svelare l'arcano, per merito - se così si può dire - della sincerità di un funzionario di Polizia. ?Nessuno, ha confessato quest’ultimo, si era mai accorto che quella telecamera fosse oscurata e nessuno ha fatto richiesta al servizio giardini perché intervenisse.

Il servizio ha mostrato la testimonianza di alcuni residenti del Pigneto ed un intervento di Giammarco Palmieri che sull’opportunità di investire ancora sulla videosorveglianza ha sconfessato Marino. "Credo che per fenomeni di questo tipo non solo di quelle dimensioni ma anche di quella tipologia, le telecamere servano francamente a poco - ha affermato il presidente del Municipio V -. Lì serve occupare fisicamente lo spazio, arrestarli laddove possibile, ma soprattutto indurli a non stare più lì". ?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento