Pigneto Pigneto / Via Pesaro

Pigneto, scontro tra maggioranza e opposizione. Pdl e Fdi lasciano l'aula

Una mozione firmata da Angelo Calocchia(Pd) fa infuriare il centrodestra: "Il degrado? Conseguenza delle politiche di centrosinistra". La replica: "Basta strumentalizzazioni"

A poche ore dall'incontro che il Sindaco Marino ha avuto con i cittadini al Pigneto, i consiglieri del Pd-Sel-Cd-M5S e lista Marchini hanno presentato una mozione che ha scatenato la bagarre in aula. Nel documento si chiede al Presidente del Palmieri  di adoperarsi nei confronti del primo cittadino affinchè siano messe in campo tutte le iniziative necessarie ad eliminare i problemi denunciati da anni e riportare nel quartiere legalità e sicurezza. 

La mozione del Pd chiede inoltre che venga vietata la concessione di altre licenze a pub ed altri locali di mescita, ipotesi ben vista dai residenti ma sulla quale lo stesso vicesindaco Nieri ha già messo le mani avanti: "Ci proveremo ma fioccheranno i ricorsi".  

I contenuti della mozione non sono piaciuti al centrodestra che con gli interventi di Daniele Rinaldi di FdI e Guido Verrecchia del Pdl lo ha contestato in alcuni punti. Verdecchia ha criticato sopratutto un passaggio nel quale si chiede "un attento controllo dei titolari degli esercizi pubblici per verificare se esista il pericolo di infiltrazioni criminali". "Se da amministratore ho il sentore di infiltrazioni mafiose vado a denunciare tutto alle autorità, non scrivo una mozione", obietta il consigliere Pdl. 

?
Più che il documento in sè il motivo dello scontro sembrano essere le ruggini del passato. In sostanza il centrodestra rimprovera alla maggioranza di proporre oggi ciò che dall’ex giunta Palmieri fu bollato come limitativo della privacy e della libertà di movimento. "Per anni - ha spiegato Daniele Rinaldi di Fratelli d’Italia - si è contestato anche l’operato delle forze dell’ordine colpevoli di ‘militarizzare’ il quartiere. Fa piacere che il centrosinistra abbia cambiato idea". 

Dissensi anche sull’isola pedonale, che la maggioranza vorrebbe a tutti i costi difendere e che il Pdl propone invece di rivedere ipotizzando anche una riapertura al traffico privato. 

A difendere le ragioni della maggioranza arriva l’intervento del vicepresidente Stefano Veglianti, che accusa il centrodestra di strumentalizzare un tema che dovrebbe essere risolto "al di là degli schieramenti". "Le responsabilita ci sono state da entrambe le parti - ha affermato Veglianti -. Per cinque anni ha governato Alemanno e ora si chiede a Marino di risolvere il problema nel giro di qualche giorno". 

La votazione si è chiusa con un colpo di scena che ha visto Pdl,  FdI e Civica per Alemanno abbandonare l'aula lasciando l'approvazione dell'atto ai soli firmatari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pigneto, scontro tra maggioranza e opposizione. Pdl e Fdi lasciano l'aula

RomaToday è in caricamento