Martedì, 3 Agosto 2021
Pigneto Pigneto

Pigneto: distrutta la vetrina di un negozio bengalese

E' successo ieri in via Amico da Venafro. Si pensa alla bravata di minorenni, ma tornano alla mente i fatti dello scorso anno. Sinistra e Libertà: “Alemanno dia un segnale forte contro questi episodi”

Una bravata. E' questa l'ipotesi al momento più gettonata dagli inquirenti in merito al danneggiamento della vetrina di un negozio di via Amico da Venafro al Pigneto avvenuta ieri alle 15. Ieri un gruppo di ragazzini si è presentato davanti al negozio ed ha distrutto la vetrata dell'esercizio gestito da un bengalese.

Il gestore, un bengalese con regolare permesso di soggiorno, ha raccontato: “Senza alcun motivo, hanno gettato una sedia contro la vetrina del negozio e sono poi fuggiti”.

Tornano alla mente i fatti del maggio del 2008 quando il popolare quartiere di Roma fu scenario di un raid  ai danni di alcuni negozi gestiti da bengalesi. Si pensò ad un assalto razzista, ma qualche giorno dopo venne fuori che si trattava di una sorta di regolamento di conti per una rapina ai danni di una donna.

  Il Sindaco Alemanno dia un segnale forte contro questi episodi
 
In una nota Sinistra e Libertà del VI Municipio “esprime solidarietà a Nabir (il bengalese proprietario del negozio), e chiede per l’ennesima volta al Sindaco Alemanno e al Comune di dare un segnale forte contro questi episodi. Infatti l’accaduto è ancor più grave se si pensa che pochi mesi fa, sempre nel VI Municipio, territorio famoso per la sua accoglienza, a Villa Gordiani altri bengalesi erano stati aggrediti durante i preparativi del capodanno bengalese .

È sempre più evidente come sia necessario un investimento forte sulle politiche di integrazione ed uguaglianza e di come bisogna intervenire prima che entrino in vigore le nuove norme sui permessi di soggiorno (prossimo 8 agosto) per modificare la normativa. Bisogna favorire il dialogo e l’integrazione e non aumentare diffidenza e paura”.


Visualizzazione ingrandita della mappa
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pigneto: distrutta la vetrina di un negozio bengalese

RomaToday è in caricamento