rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Pigneto Pigneto / Via l'Aquila

Pigneto in rivolta: "Pronti a proteste a oltranza". Occupate via l'Aquila e via Casilina

Cittadini in piazza per un'assemblea. La situazione è però subito degenerata. Occupata prima via l'Aquila, poi l'imbocco di via Casilina. La folla si disperde alle 20 ma gli abitanti minacciano: "Domani nuovo blocco del traffico"

Rivolta al Pigneto. I cittadini, stanchi ed esasperati dalle mancate promesse dell'amministrazione per la risoluzione dei problemi dei quartieri, sono scesi in piazza bloccando alcune delle vie principali del quartiere. Via l'Aquila la prima strada a finire occupata, con gli automobilisti bloccati per oltre un quarto d'ora all'altezza di Piazza del Pigneto.

La protesta si è poi spostata sul versante opposto, con il blocco della Casilina all'altezza di Ponte Casilino. "Dalle 17 nel quartiere c'è il coprifuoco. Siamo in balia della movida selvaggia e degli spacciatori. Non ne possiamo più".

"Il Sindaco Marino", dicono i residenti, "aveva promesso 8 mesi fa di venire in bicicletta ogni due settimane per controllare di persona. Forse ha bucato".

I cittadini chiedono un presidio fisso delle forze dell'ordine in via del Pigneto e in piazza del Pigneto. Via telefono è stata raggiunta la segreteria del vicesindaco Nieri che si è impegnata ad inserire un incontro in agenda. Ai cittadini però non basta perché chiedono una data precisa per un tavolo fisso con l'obiettivo di risolvere una volta per tutte la situazione.

Luxuria: "Mi piange il cuore a vedere così il mio Pigneto" 

Passa qualche minuto e il comitato abitanti riesce a mettersi in contatto con la segreteria del Sindaco Marino, impegnato in Consiglio Comunale. Dal Campidoglio chiedono qualche ora di tempo per poter fissare un incontro. I manifestanti aspettano invano per oltre un’ora e mezza ma il telefono tace: "Abbiamo bloccato un quadrante di città ma nessun rappresentante delle istituzioni si è preoccupato di dirci una parola, lo trovo ignobile", commenta Marco De Gennaro, portavoce del comitato.

L’assemblea continua in strada, gli abitanti vagliano insieme le prossime mosse. Scartata la protesta in Campidoglio (inefficace, dicono in molti), i manifestanti si disperdono intorno alle venti con la promessa di rivedersi l’indomani e bloccare di nuovo il traffico. "Saremo il doppio di oggi", assicurano. Il Campidoglio è avvisato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pigneto in rivolta: "Pronti a proteste a oltranza". Occupate via l'Aquila e via Casilina

RomaToday è in caricamento