rotate-mobile
Pigneto Pigneto / Via del Pigneto, 22

Lo dico al Sindaco: il tour di Marino fa infuriare il Pigneto

Il primo cittadino si nega agli abitanti del quartiere di Roma est ma incontra i residenti del I Municipio. Intanto al Pigneto continuano le proteste e Vladimir Luxuria racconta di essere stata minacciata

Il 25 giugno parte il tour nei Municipi di Ignazio Marino. L’iniziativa si chiama "Lo dico al Sindaco" e prevede un confronto tra Amministrazione e cittadinanza in ogni circoscrizione della Capitale. La prima tappa, prevista all’Esquilino, vedrà anche la partecipazione del primo cittadino di Roma. Tutto bene? Non proprio. La notizia ha suscitato infatti più di qualche malumore nel quartiere Pigneto, dove per ottenere un confronto con Marino la cittadinanza è scesa in piazza bloccando il traffico per tre giorni consecutivi, e non riuscendo neppure a spuntarla.

I residenti speravano in una visita del Sindaco nel loro quartiere, dovranno accontentarsi di mandare una delegazione in Campidoglio a parlare con il vicesindaco Luigi Nieri, proprio lunedì 25 giugno. Così la notizia di quel tour nel I Municipio - benché programmato probabilmente da tempo - assume il sapore della beffa. "Per tre giorni di fila i residenti del Pigneto hanno protestato bloccando le strade. Cosa si è ottenuto? Nel frattempo, il Sindaco manda in giro un camper per comunicare coi cittadini. Bah!", ha commentato il sito Pigneto.it nel pubblicare la locandina dell’iniziativa su Facebook. Il post non ha mancato di suscitare un coro di critiche e commenti sarcastici. 

LE MINACCE A VLADIMIR LUXURIA - Intanto la situazione al Pigneto si fa sempre più tesa. Ieri l'attivista ed ex parlamentare Vladimir Luxuria ha raccontato a Repubblica di aver ricevuto delle minacce dopo il suo impegno a fianco dei residenti contro lo spaccio di droga: "Mi hanno aspettata sotto casa. Era quasi l'una quando davanti al mio portone un ragazzo si è passato il dito sulla gola per farmi capire cosa sono pronti a farmi". Secondo l’ex parlamentare altri spacciatori avrebbero inoltre minacciato di incendiarle l’auto. Luxuria ha aggiunto di aver già denunciato il fatto alla Polizia. 


LUNEDI' DI NUOVO IN PIAZZA - Ieri sera terzo giorno di proteste nel quartiere. Gli abitanti hanno sfilato in corteo e bloccato il traffico su via Casilina, via l’Aquila e via Prenestina, improvvisando infine un’assemblea in strada. Mercoledì una delegazione di cittadini incontrerà Luigi Nieri in Campidoglio ma le proteste non si fermeranno. L’intenzione è invece quella di procedere ad oltranza. Dopo la sosta forzata del week end gli abitanti torneranno in strada già lunedì 23 giugno e l’aria è più pesante che mai. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo dico al Sindaco: il tour di Marino fa infuriare il Pigneto

RomaToday è in caricamento