PignetoToday

Pigneto, oltre l'emergenza rifiuti: il quartiere si sveglia con un divano nel cassonetto

L'immagine ha stupito molti residenti che l'hanno fotografata e diffusa via social

Nella Roma dell’emergenza rifiuti e delle mini-discariche lungo i marciapiedi ci sono ancora immagini che riescono a stupire. Come quella di un divano infilato in un cassonetto collocato all’angolo tra via L’Aquila e via Macerata che questa mattina ha attirato l’attenzione di molti residenti del Pigneto. Fotografato e diffuso sui social come un monumento. “La foto è stata scattata questa mattina intorno alle 8. Stupisce perché siamo abituati ai mobili abbandonati per strada ma dentro i cassonetti”, raccontano dal comitato di quartiere Pigneto-Prenestino. Il problema è costante.

“C’è anche un’isola ecologica qui vicino ma non ci va nessuno. Spesso capita che la sera non c’è nulla e la mattina ti svegli e sono comparsi pezzi di mobili, materassi, frigoriferi che poi restano lì per settimane. La sensazione è che si tratti di qualcuno che ritira mobili vecchi e rotti per lavoro e poi, al posto di smaltirti correttamente, li abbandona. Il fenomeno è massiccio rispetto agli abitanti del quartiere”.

Sono diversi i punti del Pigneto interessati da questo fenomeno. “Dietro i cassonetti al ponticello della via Casilina c’è perennemente una discarica. Oppure, per esempio, proprio adesso vicino al cinema Aquila, in via Ascoli Piceno, abbandonato sul marciapiede c’è un frigorifero, un ombrellone e una serie di pezzi di mobili. Stanno lì da un mese. Sono state fatte anche le riprese di un film ma non sono stati spostati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento