Pigneto Pigneto / Circonvallazione Casilina

Pigneto, droga sotto al seggiolino della figlia: 4 fermi

I carabinieri hanno fermato quattro persone per un controllo e hanno scoperto che la piccola di 18 mesi, figlia di uno di loro, veniva usata come scudo per evitare controlli e spacciare

Usava la figlia di 18 mesi per eludere i controlli e nascondere hashish e cocaina, per questo motivo i carabinieri lo hanno fermato insieme ad altri tre tunisini al Pigneto. I quattro, di età compresa tra i 30 e i 35 anni, sono stati fermati nella notte mentre si trovavano a bordo di un'auto che percorreva la circonvallazione Casilina, per un normale controllo alla circolazione stradale. Il loro atteggiamento è sembrato da subito sospetto e i militari, nonostante la presenza all'interno del veicolo della neonata di 18 mesi, hanno deciso di approfondire le verifiche.

Dopo una rapida ispezione della vettura, infatti, è emerso che la piccola era stata utilizzata dai tunisini come scudo per eludere eventuali controlli delle forze dell'ordine e per svolgere la propria attività di pusher al di sopra di ogni sospetto. Infatti, nascosti sotto il seggiolino su cui era trasportata la piccola, numerosi involucri contenenti cocaina e hashish. Per tutti è scattato l'arresto mentre la neonata è stata affidata alla madre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pigneto, droga sotto al seggiolino della figlia: 4 fermi

RomaToday è in caricamento