Sabato, 31 Luglio 2021
Pigneto Pigneto / Via Giovanni Maggi

"Monnezza" in via Maggi: il "no" dei vigili e la protesta dei cittadini

Otto cassonetti posizionati davanti ai balconi delle case che rendono la vita dei residenti un incubo. La soluzione sarebbe l'inversione del senso di marcia ma i vigili hanno detto "no". La protesta dei cittadini

Una storia quella della "mini discarica" di via Maggi che non sembra vedere la fine. Due anni e mezzo di puzza infernale, tutto da quando, nel marzo 2009, l'amministrazione ha ordinato un divieto di transito ai mezzi pesanti, tra cui i camion dell'Ama, in seguito all'apertura di una voragine nel manto stradale, obbligando la stessa Ama a modificare i giri per lo svuotamento dei cassonetti che sono stati a loro volta dislocati. Otto di questi stanno oggi in via Maggi, tra il civico 75 e 89, e sono diventati il nemico numero uno dei residenti della zona, ormai appestata dalla mini discarica.

IL VIDEO

Segnalazioni, denunce, articoli di giornale, raccolta di firme e lettere di cittadini. Addirittura, qualche mese fa, l'insofferenza ha spinto qualcuno ad appiccare il fuoco a quella montagna di monnezza che sta rendendo la vita impossibile ai cittadini di via Maggi. La soluzione? Invertire i sensi di marcia che tornerebbero quelli precedenti alla voragine stradale e spostare così i cassonetti dall'altro lato della strada, di fronte a un giardino. Sono tutti d'accordo, municipio e Ama. Il "no" però è arrivato dai vigili urbani e sembra privo di ragione plausibile. La situazione, che al momento risulta bloccata, ha scatenato ancora di più l'ira dei residenti che si sono rivolti direttamente al vice comandante dei vigili urbani Mario Sulpizi. Riportiamo di seguito la lettera del sigr. Temardi, abitante di via Maggi, riportata sul sito del Comitato Municipio6:


"Salve sono Temardi Pierpaolo un cittadino qualunque, che cerca con il Comitato del municipio 6 di migliorare il nostro quartiere.Io abito purtroppo in via Giovanni Maggi, e da quando hanno messo 8 cassonetti tutti insieme su un marciapiede così stretto, con i balconi dei palazzi sopra, la vita di centinaia di persone e' diventata un incubo. Il marciapiede è troppo stretto per accogliere 8 cassonetti e nei momenti di critici, come può vedere dai filmati che abbiamo fatto su you tube col titolo municipio vi° Via giovanni maggi la situazione è insostenibile.

 
Abbiamo raccolto centinaia di firme, siamo stati due volte in televisione a Roma Uno per denunciare il fatto è stato scritto un articolo su Roma Today, abbiamo parlato con l'AMA fino ad arrivare al presidente, e tutte le forze politiche del municipio ci danno ragione. Le pare bello vedere anziani e bambini fare lo slalom tra i rifiuti? Le pare bello che il fetore dell'immondizia invade le nostre case specialmente l'estate 24 ore al giorno.Le pare bello che questa fila di 8 cassonetti viene usata continuamente come parcheggio privato dai camion di magazzini cinesi, mentre altre imprese italiane sulla stressa strada pagano il carico e scarico. Le pare bello vedere gli autocampattatori rinunciare a raccogliere l'immondizia perche' ci sono sempre i camion parcheggiati.Le pare bello vedere gente che fa dei bisogni corporali tra i cassonetti mentre passano bambini e donne, proprio sotto i nostri balconi.Le pare bello avere a che fare continuamente specialmente d'estate con  insetti di ogni genere per non parlare dei topi.
 
La soluzione sarebbe il cambio del senso di marcia, di modo che i cassonetti invece che addosso i palazzi starebbero dall'altra parte della strada dove c'e' un marciapiede dove non passa nessuno, e si potrebbero ridistribuire i cassonetti anche a via Pietro Ruga dove attualmente non ci sono. Noi del Comitato non riusciamo a capire perchè lei si oppone a questa soluzione, cosi' facendo sta distruggendo la speranza di centinaia di cittadini, che da quasi un anno stanno combattendo per la soluzione del problema. Noi del Comitato Municipio 6 speriamo che lei ci ripensi e accolga la nostra preghiera, non ne possiamo più di vivere vedendo scene schifose,e respirando una puzza che non ci lascia mai. La preghiamo Vice Comandante Sulpizi ritorni sui suoi passi farà contenti centinaia di famiglie costrette tutte le mattine a passare davanti quello schifo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Monnezza" in via Maggi: il "no" dei vigili e la protesta dei cittadini

RomaToday è in caricamento