Venerdì, 25 Giugno 2021
Pigneto Pigneto / Via del Pigneto

Biblioteca Mameli, il Cdq: "Nuovo servizio di vigilanza?"

Si sono riuniti come ogni lunedì nei locali ex Serono e hanno trovato davanti ai locali una guardia giurata. I membri del Cdq Pigneto-Prenestino chiedono: "Si tratta forse di un servizio di vigilanza?"

La nuova apertura della biblioteca Mameli di via del Pigneto continua a far parlare e ad accendere polemiche. Ieri sera i membri del Cdq Pigneto-Prenestino si sono incontrati, come tutti i lunedì, nei locali ex Serono, dopo il botta e risposta con il presidente delle biblioteche Antonelli e alcuni esponenti del consiglio municipale. A quanto denunciato in una nota stampa, si sono trovati davanti "qualcosa che va oltre l'immaginazione". "Una guardia giurata della società Primigenia e 4 suoi amici (così si sono qualificati) - raccontano dal comitato - uno in tuta mimetica, uno con dei minacciosi guantini neri e tutti con buste, marsupi e borse troppo pesanti per contenere solo la cena" piazzati sull'entrata dei locali.

Un nuovo servizio di vigilanza di cui nessuno è al corrente? E' questo che temono i membri del comitato che si domandano: "Cosa succede al Pigneto? Perché squadracce non identificabili si ergono a difensori di un bene pubblico conquistato dai cittadini? Chi erano e chi ha deciso di metterli lì? Quanto costerà questo servizio di vigilanza (H24) e chi lo pagherà? L'istituzione biblioteche - da anni oggetto delle brame di neofascisti vari? Il Comune di Roma, per evitare che i cittadini si riuniscano?"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteca Mameli, il Cdq: "Nuovo servizio di vigilanza?"

RomaToday è in caricamento