menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palestre scolastiche, società sportive scrivono al V municipio: "Per ripartire convocate subito l'Osservatorio"

L'assessora Mammarella: "Abbiamo già convocato i dirigenti scolastici, presto avremo la data per il primo incontro"

Convocare subito l'Osservatorio sportivo scolastico per pianificare insieme a tutti i soggetti coinvolti la ripresa delle attività dei centri sportivi municipali. E' questa la richiesta avanzata da 36 associazioni che gestiscono i centri sportivi municipali all'interno delle palestre scolastiche del V municipio contenuta in una lettera inviata oggi al presidente Giovanni Boccuzzi e agli assessori e agli uffici competenti e, per conoscenza, anche alla sindaca Virginia Raggi, all'assessore allo Sport, Daniele Frongia, e al presidente della commissione capitolina Sport, Angelo Diario.

“Il 23 giugno scorso si è tenuta una seduta ad hoc sul tema durante la quale tutti i presenti hanno convenuto sulla necessità di avviare immediatamente i lavori dell’Osservatorio. Da allora, però, non abbiamo più ricevuto alcuna comunicazione”, spiega a Romatoday Fabio Spadaccia, rappresentante delle 36 associazioni sportive. “Ad oggi gli uffici municipali hanno demandato alle singole associazioni il colloquio con i rispettivi dirigenti. Ma ci opponiamo a questa organizzazione perché le associazioni svolgono un servizio sussidiario per il municipio e le modalità di azione non possono essere demandate ai singoli. Per esempio, abbiamo già ricevuto notizia in merito ad alcuni dirigenti scolastici che hanno intenzione di utilizzare le palestre per altre funzioni così da recuperare spazi per mantenere le distanze per la didattica. Garantire il diritto allo studio è fondamentale ma così si rischia di sopprimere lo sport, molto importante per la salute e per la socializzazione”.

L'appello: "Serve un tavolo per ripartire"

L’Osservatorio sportivo scolastico non è stato pensato per affrontare le disposizioni legate all’emergenza Covid 19 ma è stato istituito dalla delibera 41 del 2018 sul Regolamento per i centri sportivi municipali. Nonostante questo nel V municipio l’Osservatorio non è ancora diventato operativo. Contattata da Romatoday l’assessora alla Scuola Maria Elena Mammarella ha spiegato che “il primo incontro verrà convocato presto. Ci stiamo lavorando: proprio questa mattina ho invitato i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi, che proprio in queste settimane stanno affrontando la complicata organizzazione per la ripresa delle attività a settembre, a dare le proprie disponibilità per fissare la data del primo incontro. Presto convocheremo anche le associazioni sportive”.

Un appuntamento atteso dalle associazioni che temono di non essere pronti a ripartire a settembre: “Nei centri sportivi municipali si allenano centinaia di persone. Significherebbe ammazzare lo sport di base. Senza contare la nostra missione sociale: abbiamo prezzi calmierati, accogliamo una percentuale di bambini con disagio socio-economico, di disabili, per molti ragazzi siamo uno spazio di crescita ma anche di formazione di talenti che poi scalano le classifiche dei campionati internazionali. Senza contare che una sinergia tra le scuole e le associazioni sportive dilettantistiche senza fine di lucro possono generare anche progetti e soluzioni alle carenze ed alle nuove esigenze per la gestione delle classi in orario scolastico per il contenimento del rischio Covid-19, e che la presenza di tali Asd/Ssd rappresenta sempre un arricchimento ed un valore aggiunto alla offerta formativa scolastica”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento