Pigneto Prenestino / Via di Acqua Bullicante

Costruire sul Comprensorio Casilino? "Appello a unità delle forze politiche"

Cemento sul Comprensorio Casilino? L'Osservatorio si appella "alla responsabilità di tutti i consiglieri municipali" invitandoli a firmare un documento congiunto contro ogni ipotesi di edificazione nel Comprensorio"

"Un gesto di responsabilità di tutti i consiglieri municipali affinché si esprimano inequivocabilmente in un documento a firma congiunta contro ogni ipotesi di edificazione nel Comprensorio Casilino". E' quanto richiesto da tutte le associazioni e comitati, riuniti nell'Osservatorio Casilino, per scongiurare un diluvio di cemento che rischia di abbattersi sugli ettari di agro romano compresi tra le via Casilina, Acqua Bullicante, Prenestina e Tor de Schiavi. Le nuove linee del Piano Particolareggiato per il Comprensorio Casilino dovevano essere presentate dal Direttore del Dipartimento Periferie di Roma Capitale il prossimo lunedì, 2 aprile.

Il Comune ha disdetto l'incontro ma comitati e istituzioni municipali si incontreranno comunque in sala consiliare per discutere sul da farsi e quello che chiedono preventivamente i cittadini è unità, almeno tra le forze politiche che agiscono sul territorio del VI municipio. Unità che fino a ora non c'è stata. La giunta di centro sinistra si è opposta in tutti i modi a eventuali opere di cementificazione sull'agro romano ma, come sappiamo, la crisi politica che sta investendo il parlamentino di via di Torre Annunziata rischia di rimettere tutto in discussione. Da qui la paura e l'allarme di cittadini e attivisti.   

"Il piano particolareggiato, così come si prospetta, è destinato a diventare  uno strumento per veicolare dissennate manovre speculative imposte dall’alto - spiegano i membri di Osservatorio Casilino - da chi non ha la benché minima conoscenza né considerazione per gli interessi  di questo territorio confinato in quanto a paramenti ambientali in fondo alla graduatoria  di vivibilità. L’appello è quindi  rivolto a tutti gli esponenti  politici locali  in quanto cittadini di questo territorio prima ancora che membri di partito".

"L’auspicio è che davanti ad ipotesi di devastazione del Comprensorio Casilino tutti i Consiglieri Municipali compiano un atto di responsabilità esimendosi da squallide e opportunistiche operazioni di partigianeria partitica  e schierandosi a difesa dell’interesse dei cittadini  e a favore di un modello di sviluppo innovativo e sostenibile".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costruire sul Comprensorio Casilino? "Appello a unità delle forze politiche"

RomaToday è in caricamento