Domenica, 13 Giugno 2021
Pigneto

Arresto per violenze del consigliere aggiunto, Palmieri: "Fatto grave"

Il presidente del VI municipio e il capogruppo Pd Gianluca Santilli si esprimono sull'arresto per violenze del consigliere aggiunto. "Il fatto è grave, la giustizia faccia il suo corso". Sulle polemiche: "Non è mai stato iscritto a nessun partito di centrosinistra"

Al di là di ogni polemica il fatto "è di enorme gravità". A definire tale l'arresto per violenze del consigliere aggiunto del VI municipio è lo stesso presidente Giammarco Palmieri. L'augurio è dunque che "la giustizia faccia rapidamente il suo corso" e che, in caso di conferma delle responsabilità, "la pena sia commisurata alla gravità dei fatti contestati". In merito agli attacchi sollevati dai consigliere comunali pidiellini Fabrizio Santori e Francesco Corsi, che ieri hanno commentato l'accaduto sollevando l'annosa questione di una "giunta municipale allo sbando", il presidente risponde alle polemiche.

"Per quanto possa contare, ma visto che l’argomento è stato sollevato da alcuni esponenti di una destra che, oltre ad essere allo sfascio lei stessa, ha purtroppo annientato la dignità di Roma e dei romani, da una verifica che ho fatto non mi risulta che la persona indagata sia iscritta ad alcun Partito del centrosinistra". "Il consigliere comunale Santori - continua Palmieri in una nota - forse farebbe meglio ad occuparsi con maggiore attenzione ai problemi della città che a tempestare le agenzie con comunicati che, evidentemente, visti i risultati dell’operato suo e dell’intera amministrazione comunale, rappresentano la sua principale attività e impegnano la maggior parte del suo prezioso tempo".


A giudicare inappropriato e strumentale l'intervento del Pdl nella vicenda anche il capogruppo Pd del VI municipio Gianluca Santilli: “Senza nulla voler togliere alla gravità della vicenda in argomento che affronteremo nelle sedi opportune, respingo al mittente le accuse lanciate da Santori: il consigliere aggiunto coinvolto nell’episodio non è mai stato iscritto al Partito Democratico e non ha mai aderito al Gruppo Consiliare del PD, né ad altro gruppo consiliare esistente nel nostro Municipio in questa consiliatura". Detto questo si affianca al presidente: "Speriamo che la Giustizia faccia rapidamente il suo corso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto per violenze del consigliere aggiunto, Palmieri: "Fatto grave"

RomaToday è in caricamento