menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una palazzina moderna al posto dello storico villino: l’edificio indispettisce il Coppedè

A tre anni dall'inizio dei lavori ultimato lo stabile moderno che ha preso il posto di villino Naselli, il quartiere si divide: "E' uno scempio". I costruttori: "Perfettamente inserito nel contesto"

Lavori conclusi e appartamenti pronti per essere venduti. A tre anni dall’inizio del cantiere nuovo volto per il civico 3 di via Ticino, a due passi dal quartiere Coppedè: dove una volta sorgeva lo storico villino Naselli, progettato nel 1930, oggi c’è una palazzina moderna. Quattro piani dai profili squadrati, facciata principale bianco lucente: non basta la cortina di mattoncini che ne contraddistingue il volume laterale, e che lega l’edificio “coerentemente al quadro architettonico nel quale si colloca” - sostiene la NS Costruzioni, a placare i malumori del quartiere. 

Coppedè, una palazzina moderna al posto dello storico villino Naselli

Si perchè per molti quella nuova palazzina di via Ticino 3 è “fuori contesto”. Negli anni scorsi tante le proteste dei residenti di zona contro l’abbattimento del villino Naselli: striscioni, sit-in, proteste ed esposti che non hanno salvato lo storico edificio soppiantato dallo stabile progettato dallo studio Z14 e curato negli interni dallo studio Aniello Tasca. 

“Un nuovo innesto nel prestigioso quartiere Coppedè, che affonda le radici nel passato guardando al futuro” - sostiene il Gruppo costruttore. 

"E' uno scempio"

Non è così per molti. “E’ uno scempio” - commenta una dei pochi passanti in un soleggiato pomeriggio romano. “Li una volta c’era un villino storico, adesso questa palazzina che è tutta un’altra cosa. Sarà anche bella e moderna però ‘stona’.” - ci dice un altro. 

“Se uno viene dal quartiere Coppedè e alza la testa è un po’ un ‘cazzotto’ in un occhio, ma percorrendo via Ticino venendo da piazza Trento mi sembra che, anche grazie a quei mattoncini marroni, si inserisca bene nel contesto”. 

Questione di prospettive dunque. In zona c’è anche chi non disdegna e prova un pizzico di sana invidia: “Beato chi potrà permettersi di abitarci” - sorride una passante. L’affaccio sul Coppedè, possiamo solo immaginarlo, è mozzafiato. “Meno per chi volge lo sguardo all’insù”. In via Ticino 3, dopo la battaglia persa da chi voleva tutelare il villino e il volto storico della zona, restano quattro piani di perplessità e polemiche. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento