menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il kit trovato in possesso delle due giovani ladre

Il kit trovato in possesso delle due giovani ladre

Baby ladre a caccia di appartamenti da derubare, fermate con il kit per scassinare

Denunciata una 18enne mentre una minorenne è stata riaffivata ai genitori

Ladre d’appartamento al Quartiere Trieste. È stato un Ispettore di polizia libero dal servizio ad insospettirsi quando ha visto le due ragazze aggirarsi con fare sospetto lungo le strade che si intersecano con la via principale dell’elegante quartiere del II Municipio. 

Lanciato l’allarme al 112 NUE,  il poliziotto si è messo alle “calcagna” delle due nomadi e, intuito che stavano per mettere a segno un colpo,  con l’ausilio degli agenti di una pattuglia della Polizia di Stato che nel frattempo erano giunti sul posto, ha bloccato le due esperte ladre ed insieme hanno proceduto ad un accurato controllo.

Quando i poliziotti del commissariato Vescovio, diretti da Mario Spaziani, hanno chiesto alle giovani di giustificare la loro presenza in loco, le risposte vaghe, l’insofferenza al controllo e il sospetto che le due fossero alla ricerca di case abbordabili e da svaligiare, hanno tolto ogni dubbio ai sospetti degli investigatori, e le ragazze, controllate,  sono state trovate in possesso, di due grossi cacciaviti, di una chiave inglese e di due paia di forbici celate tra gli indumenti che indossavano.

Inoltre, nascosta a “mo” di parastinchi sotto il fuson, indossato da una delle due, gli agenti hanno rinvenuto una lastra di plastica usata generalmente per aprire le porte degli appartamenti.

Accompagnate in ufficio, al termine degli accertamenti, per una delle due, maggiore degli anni 18 e con diversi pregiudizi di polizia a carico, è scattata la denuncia per possesso di arnesi atti allo scasso, mentre la più piccola, 15 anni appena, è stata riaffidata ai genitori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento