rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Pinciano Salario / Via Alessandria, 159

Una casa Museo per combattere l'esclusione della disabilità

Verrà inaugurata in via Alessandria 159 e l'obiettivo è quello di ridurre tutte quelle pratiche inconsapevoli che portano all'esclusione delle persone con disabilità

Un modo innovativo per entrare in contatto con la disabilità: il 14 giugno dalle ore 10 alle 21 in via Alessandria 159 verrà inaugurata la “Casa Museo dello sguardo sulla disabilità”, un museo arredato come una casa per mostrare al pubblico, con differenti punti di vista sulla disabilità, le numerose ambiguità e le presunte buone pratiche che però contribuiscono a perpetuare processi di esclusione nei confronti delle persone disabili, soprattutto quella di tipo intellettivo.

CASA - Il museo è arredato come una vera e propria casa con  un ingresso, un soggiorno, una sala da pranzo, una cucina, una camera da letto e un bagno. In ogni stanza viene affrontatato un tema diverso della disabilità: gli sguardi all’ingresso, le parole nel soggiorno, i gesti nella sala da pranzo, le narrazioni in cucina, le pratiche di inclusione ed esclusione nella stanza da bagno, il tempo nella camera da letto. 

CHIAVI DI LETTURA  - All'ingresso della casa verranno consegnate ad ogni ospite delle chiavi di lettura, come delle mappe esplicative, che renderanno possibile l'entrata nelle possibili stanze e conoscere meglio i diversi aspetti che determinano la condizione di disabilità per non creare, con dei gesti involontari, esclusione.

COLLEZIONE - Nella casa casa museo è stata istituita una collezione  di beni immateriali da esporre per tutti i visitatori. Non è infatti la classica mostra con oggetti e vasi, ma qui sono raccolte storie, fonti orali e narrazioni tutte sulla disabilità, raccolte da alcuni ricercatori afferenti all’Associazione, nell’ambito dei loro studi demoetnoantropologici. 

WORK IN PROGRESS -  Partendo da altri sguardi e altre narrazioni si potrà venire a contatto con il museo donando la propria testimonianza. 

BAR E INIZIATIVE - In un'ottica di inclusione sociale come personale del bar lavorano cinque persone con disabilità intellettiva lieve, regolarmente contrattualizzate. Sono in programma anche visite didattiche per le scuole, incontri culturali promossi dal museo, laboratori ludico-creativi per bambini, corsi, laboratori e incontri di cucina per adulti e anziani.

ORARI - Gli orari di apertura della casa Museo sono dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 19, con la possibilità di qualche apertura straordinaria su richiesta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una casa Museo per combattere l'esclusione della disabilità

RomaToday è in caricamento