ParioliToday

Mensa scolastica, municipio II contro la delibera del Comune: "No all'accentramento"

La presidente Del Bello e l'assessore Gisci: "Ci sono molti esempi virtuosi nel nostro Municipio di istituti comprensivi che gestiscono in autonomia il servizio mensa"

Immagine di repertorio

"No alla centralizzazione del servizio mensa". Il municipio II si schiera contro la delibera di giunta, approvata nel gennaio scorso, che stabilisce una serie di novità per le mense scolastiche di asili nido, scuole materne e statali. Gli uffici capitolini hanno inviato a tutti i municipi il testo per le osservazioni, prima di far approdare il documento in Assemblea capitolina. “Ci sono molti esempi virtuosi nel nostro Municipio di istituti comprensivi che gestiscono in autonomia il servizio mensa. Ecco perché siamo contrari alla delibera presentata dalla giunta capitolina che intende obbligare tutte le scuole a centralizzarlo” dichiarano in una nota la Presidente del Municipio, Francesca Del Bello, e l’Assessore alle Politiche Educative, Emanuele Gisci. 

"Si è voluto perseguire un sostanziale miglioramento della qualità del servizio, gestendolo con un appalto centralizzato e prevedendo una strategia di gara che si conformi a standard qualitativi elevati" avevano spiegano dal Campidoglio con una nota stampa, per presentare il provvedimento. Ma il Municipio II non è d'accordo. 

“Ritengo che la delibera sia contraria ai principi dell’autonomia scolastica e del decentramento amministrativo. Ma soprattutto sarebbe vissuta come un’inutile imposizione dagli istituti scolastici che scelgono l’autogestione. Allo stato attuale infatti è possibile per queste scuole attingere a delle risorse (i cosiddetti residui mensa) che vengono utilizzate in progetti molto spesso condivisi anche con le famiglia. Sono casi in cui la comunità scolastica è protagonista di buone pratiche e non c’è alcun valido motivo per cui negare questa possibilità” spiega l'assessore Gisci. 

“Nella delibera – spiega l’assessore - ci sono anche degli spunti interessanti che riguardano ad esempio la raccomandazione di scegliere alimenti bio e percorsi altamente certificati. Elementi che possono certamente essere presi in considerazione. Il Consiglio del Municipio II ha inserito anche la richiesta agli istituti scolastici di prevedere il taglio degli alimenti in sicurezza per proseguire nella nostra comune “Operazione salvavita”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento