rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Parioli Salario / Via Lovanio

Il vandalo di Roma Nord che imbratta gli scooter con "profezie" e frasi sconnesse

Sui social la foto di uno scooter completamente ricoperto di scritte. La settimana scorsa un episodio simile a piazza di Siena nel cuore di Villa Borghese

Scritte apparentemente senza senso a ricoprire uno scooter abbandonato, ma anche alcuni arredi urbani. E' successo in via Lovanio, angolo viale Liegi ai Parioli. A notare l'azione del grafomane è una residente della zona che immediatamente ha pubblicato la foto del mezzo imbarattato su un gruppo di quartiere. 

L'episodio assume un certo rilievo perché avviene non solo in un quartiere "bene" della città, ma anche perché segue di pochi giorni un altro atto vandalico, stavolta in "grande stile" e in un luogo ancor più sotto i riflettori, cioè Villa Borghese. I muri del galoppatoio di piazza di Siena sono apparsi agli occhi di frequentatori e turisti ricoperti di scritte contro Giorgia Meloni, il Papa, i gay e in quell'occasione anche il sindaco Gualtieri condannò il gesto annunciando di aver dato mandato agli uffici di ripulire immediatamente. 

Villa Borghese si trova a poche centinaia di metri dal luogo delle ultime scritte e a unire i due episodi, oltre al quadrante in cui vengono fatte, è anche una certa insensatezza: "Hello girl, cosa ghe sè", "ma che sei la serva tu!!!", ma anche messaggi che sembrano diretti a qualcuno con l'indicazione di date nel futuro: "27/09/2026: voi sapè a procedura. Io sordi nun li caccio e tu non li becchi". E anche: "Deus è brasileiro". Sul sedile poi una scritta in una sorta di francese misto a inglese: "A.S.R.: association sanitè Rome, the dipartement de Rome. Forza Roma!". 

Scooter imbrattato ai Parioli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vandalo di Roma Nord che imbratta gli scooter con "profezie" e frasi sconnesse

RomaToday è in caricamento