Flaminio Flaminio / Piazza Gentile da Fabriano

Uno skate park sotto il Ponte della Musica: dove il teatro costato 1 milione e mezzo non è mai sorto

Nel 2012 i lavori per la realizzazone dell'arena "fantasma", ora l'idea di istituzionalizzare l'impianto già utilizzato dagli skaters romani. Diario (M5s): "Recuperiamo area degradata"

Uno skate park sotto al Ponte della Musica: non quello già nella pratica esistente con decine di giovani alle prese con salti e volteggi spettacolari a due passi dal Tevere, ma un vero e proprio impianto da far sorgere con l’aiuto del Comune e l’impulso delle associazioni di cittadini e skaters. 

Uno skate park sotto al Ponte della Musica

Questo quanto deciso all’unanimità dalla commissione Sport di Roma Capitale che questa mattina - in modalità mista, con alcuni commissari collegati in videoconferenza e altri fisicamente presenti - si è recata sotto al Ponte della Musica. 

Davanti agli occhi di consiglieri e tecnici un’area fortemente degradata: pareti imbrattate da murales e tag, pavimentazione sconnessa e sudicia, ai lati dello skate park spontaneo cumuli di immondizia mai rimossi. 

Il Teatro della Musica mai aperto

Eppure per gli skater romani quello all’ombra del ponte inaugurato nel 2011 potrebbe rappresentare un vero e proprio paradiso. Naufragato il progetto del Teatro della Musica, costato ai romani all’epoca dell’ex sindaco Gianni Alemanno 1 milione e mezzo di euro, l’area ai margini del Fiume è pronta per essere riqualificata e resa “skate-abile”. 

Si pensa ad un progetto per la valorizzazione e sistemazione dell'area con l’istituzionalizzazone dello skate park: da decidere solamente se a prendersi carico dell'intervento dovrà essere il dipartimento Sport del Campidoglio o il II Municipio. 

Ponte della Musica, non solo bulloni spariti: il paradiso degli skaters sommerso dai rifiuti

Il Comune vuole lo skate park della Musica

“La situazione attuale - ha spiegato il presidente della commissione sport, Angelo Diario - vede un'area abbandonata in cui manca manutenzione, non c'è particolare cura, ci sono rifiuti sparsi un po' ovunque. Ci sarà quindi un primo intervento di pulizia generale dell'area tramite Ama, mentre il secondo, più a lungo termine, prevede la realizzazione di interventi per rendere l'area 'skate-abile' per i ragazzi che già la frequentano per questo utilizzo, istituzionalizzandolo grazie a fondi o del dipartimento o del Municipio". 

“Oggi - ha sottolineato il presidente della commissione - il Municipio II era assente, ora li contatteremo e chiederemo la loro preferenza, dopo che la commissione si è espressa all'unanimità in favore di questo progetto. Si tratta di un'area che per condizioni particolari è fresca, ventilata, all'ombra e riparata dalla pioggia, è illuminata, anche se in modo migliorabile, ed è utilizzabile giorno e notte 365 giorni all'anno, sia con il caldo che con il freddo. È un'area potenzialmente bellissima ma che di fatto oggi non lo è: vorremmo intervenire per migliorarla". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno skate park sotto il Ponte della Musica: dove il teatro costato 1 milione e mezzo non è mai sorto

RomaToday è in caricamento