ParioliToday

Piazza Mancini: una realtà contraddittoria

Contrabbando di cd e carte di credito pirata, maxi risse, pestaggi. Alcuni abitanti continuano a lamentarsi della situazione, altri affermano che la situazione è migliorata e c'è chi dice: "Ora questo luogo è tornato quello che sognavamo!"

immagine-004Piazza Mancini è stata in questi ultimi tempi, al centro di molti fatti di cronaca: contrabbando di cd e carte di credito pirata, maxi risse, pestaggi. Queste sono solo alcuni fatti avvenuti negli ultimi tempi in questa zona. Questo luogo però non è territorio solo di extracomunitari, ma anche di bande di bulletti, ragazzi annoiati che cercano solo di sballarsi riempiendosi di alcol e droga e distrugggendo tutto quello che capita loro sotto tiro. I cittadini, esasperati, hanno più volte chiesto l'intervento di prefettura, municipio e comune. Abbiamo così deciso di andare a vedere sabato scorso, qual'era la situazione al momento. Abbiamo scoperto una realtà contrastante.

La nostra prima tappa è stato il grande parco di Piazza Mancini, costruito nel 1990, e fino a qualche tempo fa, orgoglio cittadino. Qui effettivamente in alcune parti, il degrado è evidente. Vicino ad alcune panchine è stato possibile notare una mezza dozzina di bottiglie di birra sparse per terra e una scatola di cartone, gettata a pochi metri di distanza. A parte questo assembramento di sporcizia, però la situazione era abbastanza nella norma. C'erano in altri luoghi del parco, altre cartacce o bottiglie gettate qua e là, ma niente rispetto a quello che ci si aspettava di trovare, e soprattutto, non c'era ombra di extracomunitari ubriachi o bulletti intenti a sballarsi. La gente in giro per il parco erano normali cittadini che portavano a spasso i cani o a far giocare i figli e c'erano anche coppiette innamorate intente a fare una passeggiata, dato che era il giorno di San Valentino. Insomma: la scena che si è presentata ai nostri occhi pareva essere tratta da una qualche commedia americana: Siamo così andati a parlare con alcuni abitanti della zona che passeggiavano nel parco:

"Questo parco, era il vanto del quartiere", ci ha detto una signora, "ora invece portare i bambini a giocare è diventato pericoloso. Al momentola situazione è tranquilla, ma deve vedere il giovedì cos'è qua". Dello stesso parere è un'altra abitante del luogo che ci ha spiegato che: "Ogni tanto passano delle pattuglie, ma sono poche rispetto al casino che succede qui intorno. Addirittura dentro questo parco ci cucinano pure!"

Siamo andati quindi a chiedere il parere dei commercianti del luogo e qui abbiamo avuto una sorpresa. "La situazione da un po' di tempo si è normalizzata" ci ha informato uno di loro " passano più pattuglie, e le scorribande degli extracomunitari, per lo più irregolari, si sono di molto placate." "E' tornata un po' di tranquillità"gli ha fatto eco un altro commerciante, "la polizia si è data da fare. Ora gira meno gentaglia e anche i pericoli per noi commercianti, come quello relativo alle crte di credito false, è sparito."

"Io non so cosa succede quando chiudo" ha aggiunto un terzo, "però da quello che vedo c'è maggior sicurezza: merito delle pattuglie che passano più spesso.Perfino il giovedì, che è il loro giorno libero, c'è molto meno casino rispetto a prima."

Effettivamente durante la giornata di sabato abbiamo notato per due volte passare una vettura della polizia, che, dopo aver fatto un ampio giro di perlustrazione del parco è poi tornata indietro.

In 6 ore trascorse a piazza Mancini, non ci è capitato di assistere a niente che destasse la nostra preoccupazione, segno che qualcosa si sta muovendo.

Rimane però alta la preoccupazione, perchè come ci ha informato un signore che abbiamo fermato per strada: "La settimana scorsa c'è stata una rissa in un bar qui vicino", sintomo che la situazione è lungi dall'essere risolta definitivamente. Ci auguriamo che quando torneremo ad intervistare gli abitanti di Piazza Mancini, tutti saranno concordi nel dire: "Ora questo luogo è tornato quello che sognavamo!". Utopia? Con l'aiuto di tutte le istituzioni politiche e giudiziarie, certamente no.
immagine-001


Articolo a cura di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento