rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Parioli Africano / Via Tripolitania

Decentramento amministrativo, il II municipio si fa carico di 69 aree verdi

Dopo Montesacro, anche a via Dire Daua la competenza su giardini e parchi fino a 20mila mq passa all'ente di prossimità

Passo dopo passo, il decentramento amministrativo tanto richiesto dagli enti di prossimità si concretizza. Dopo il III, infatti, anche il II municipio ha ricevuto dal Campidoglio 69 aree verdi, per un totale di 329.000 mq, di cui potrà occuparsi autonomamente grazie anche a risorse finanziare specifiche stanziate dall'amministrazione centrale. 

Mercoledì 22 giugno la presidente Francesca Del Bello e la sua giunta hanno ufficialmente preso in consegna tutti i parchi e i giardini di dimensioni inferiori ai 20.000 mq, come previsto dalla deliberazione di giunta del 21 dicembre scorso. "Una giornata storica", come è stata definita dalla minisindaca. 

A eccezione delle ville storiche, quasi tutto il verde di uno dei territori più ricchi dal punto di vista ambientale verrà preso in carico dagli uffici municipali, quindi per esempio il Villaggio Olimpico, il parco dei Caduti a San Lorenzo, il parco Mario Riva ai Parioli solo per fare alcuni esempi. Per farlo, il Campidoglio doterà nel 2022 il municipio di un milione di euro per la manutenzione ordinaria e 1,4 milioni di euro per la straoardinaria. 

L'atto è stato formalizzato dagli assessori capitolini all'ambiente Sabrina Alfonsi, al decentramento Andrea Catarci e al patrimonio Tobia Zevi. “Questo provvedimento segna un ulteriore passo nell’attuazione delle linee programmatiche dell'amministrazione - sottolinea Alfonsi -. Il piano di decentramento, che prevede l’assegnazione di 1.160 aree verdi per un’estensione complessiva di oltre 6 milioni di metri quadri, verrà via via applicato a tutti i municipi. Per la sua attuazione sono stati già assegnati ai bilanci municipali circa 4 milioni di euro, a cui si aggiunge uno stanziamento di ulteriori 5 milioni".

“Dare ai municipi l’opportunità di prendere in carico la manutenzione ordinaria e straordinaria delle aree verdi inferiori ai 20mila mq è stato il primo atto sul decentramento amministrativo - aggiunge Catarci - che, insieme all’assessora Alfonsi, abbiamo portato in giunta all’inizio di questa esperienza di governo della città. La consegna delle aree verdi rappresenta una nuova tappa del percorso che abbiamo avviato a Roma per rimettere in moto la macchina del decentramento infracomunale, all'insegna della razionalizzazione delle funzioni e della distribuzione di risorse economiche, umane e strumentali per valorizzare le 15 municipalità". 

“Il patrimonio di Roma Capitale è tornato a disposizione delle cittadine e dei cittadini - conclude Zevi -. Lo abbiamo fatto oggi, ma non ci fermeremo e continueremo a farlo nelle prossime settimane. Il sindaco e i romani che ci hanno votato, ci chiedono di realizzare la città dei 15 minuti, dei servizi di prossimità e del decentramento. Lo faremo, un passo alla volta, ma con grande caparbietà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decentramento amministrativo, il II municipio si fa carico di 69 aree verdi

RomaToday è in caricamento