rotate-mobile
Africano Africano / Via Tripolitania

Un quartiere al buio per un mese e mezzo: "E' un'indecenza"

All'Africano una decina di strade sono rimaste senza illuminazione pubblica da prima di Natale e fino ai primi di febbraio

Niente illuminazione in mezzo quartiere Africano, almeno da metà dicembre e per circa 40 giorni. Il quadrante è quello più vicino alla via Nomentana e alla Tangenziale Est, dove fino alla mattina di venerdì 3 febbraio gli abitanti hanno dovuto fare i conti con marciapiedi invisibili e rischio cadute, ovviamente da dopo il tramonto in poi. 

I problemi all'illuminazione pubblica, secondo le segnalazioni raccolte, hanno riguardato circa una decina di strade: la prima parte di viale Etiopia fino all'incrocio con via Tembien, anch'essa al buio. E poi via Migiurtinia dall'incrocio con via Giarabub, poi piazza Elio Callisto (Sedia del Diavolo), via Tripolitania l'ultima parte fino all'incrocio con via Galla e Sidama, via Chisimaio, tutta via Cirene fino all'incrocio con via Tripoli, via Benadir. 

"Per un periodo, durante le festività - racconta una residente - in un condominio di via Migiurtinia 29 è stato attivato giorno e notte un generatore elettrico, può immaginare il rumore e la puzza. Il motivo del disservizio non è chiaro: alle decine di cittadini che hanno chiamato il centralino Acea ha risposto che la causa originaria è un guasto alla centralina.All'ora di cena di giovedì 2 febbraio,all'improvviso i lampioni si sono riaccesi. Ma c'è chi non si fida: "E' già successo a inizio gennaio, poi di nuovo spenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un quartiere al buio per un mese e mezzo: "E' un'indecenza"

RomaToday è in caricamento