rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
L'allarme

Municipio II, negli uffici è emergenza totale: "Mancano almeno 45 dipendenti"

Il vicepresidente e delegato al Personale Emanuele Gisci: "Ho inviato una relazione a Gualtieri, bisogna affrontare la questione". La Lega: "Presentiamo emendamento alle linee programmatiche"

Manca il personale negli uffici municipali e molte pratiche restano inevase sulle scrivanie. Anche il Municipio II si trova ad affrontare un'emorragia di dipendenti, soprattutto in seguito a numerosi pensionamenti, l'ultimo dei quali ha visto salutare la posizione organizzativa che si occupava di manutenzione straordinaria di edifici scolastici e non, dei mercati e del verde. 

Mancano 45 dipendenti

I numeri fanno paura: tra via Dire Daua e via Tripolitania mancherebbero almeno 45 figure professionali, come fa sapere l'assessore al Personale e vicepresidente Emanuele Gisci: "Parliamo di 6 assistenti sociali, 15 istruttori amministrativi - fa sapere a Roma Today - 3 istruttori economici, un istruttore informatico, 7 funzionari amministrativi, 6 funzionari tecnici, 6 geometri e un funzionario economico". Tanti, troppi. Ma nonostante sia difficile ipotizzare un'iniezione di personale di questo genere e in tempi brevi, Gisci e la presidente Francesca Del Bello hanno messo nero su bianco le necessità del Municipio e messe sul tavolo del sindaco Gualtieri, che ha mantenuto la delega al Personale. 

"Serve una redistribuzione corretta delle risorse"

"Siamo consapevoli che siano numeri enormi e che sarà molto difficile - continua Gisci - , ma chiediamo che venga fatto un ragionamento su tutta la città e si intervenga nelle situazioni di maggiore criticità. Siamo moderatamente ottimisti che con le nuove assunzioni grazie al concorso ci sia una redistribuzione corretta". La fotografia degli uffici è frutto di due settimane di incontri ufficiali fatti dal vicepresidente: "Siamo in grave insufficienza - ammette - per questo ho convocato formalmente prima il direttore generale e poi il direttore dell'ufficio tecnico e di seguito le posizioni organizzative, ovvero i funzionari con compiti di coordinamento e gestione, noi qui ne abbiamo undici". 

L'accusa che viene fatta, se così si può definire, è relativa a una "non omogenea gestione del personale, alcuni dipartimenti hanno troppo personale, mentre negli uffici municipali fondamentali non ne abbiamo a sufficienza", rincara la dose Gisci. Che spende parole di encomio per i dipendenti: "E' grazie a loro, nonostante siano ridotti al lumicino - conclude - se negli ultimi cinque anni siamo riusciti a fare tante opere sul territorio, penso per esempio al progetto 'accessi scolastici sicuri'. Questo però non significa che ci si debba lasciare in queste condizioni". 

La Lega: "Siamo in emergenza"

"I cambi di residenza sono fermi in alcuni casi da oltre 6 mesi". Anche l'opposizione in consiglio fa sentire la sua voce sul tema. In questo caso è il capogruppo della Lega, Francesco De Salazar, a parlare: "Le prime disponibilità per il rinnovo sono di aprile/maggio 2022 - denuncia De Salazar - e ci sono numerose domande di occupazione di suolo pubblico inevase da mesi. Siamo di fronte ad una vera e propria emergenza: per questo motivo presenterò un emendamento al documento di programmazione del quinquennio 2021 - 2026 in discussione giovedì prossimo (domani 2 dicembre, ndr) nella seduta del consiglio municipale al fine di risolvere una volta per tutte questa stortura insostenibile". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio II, negli uffici è emergenza totale: "Mancano almeno 45 dipendenti"

RomaToday è in caricamento