OstiaToday

Ostia, tornano i cancelli: chiusi varchi al mare dello Shilling-La Rotonda

E' durato poco più di due settimante l'accesso libero al mare ai lati della Rotonda di Ostia. Il Tar aveva ha accolto la richiesta dei balneari. Restano aperti quelli allo Zenith, Cotral, L'Arca e La Vela

Tornano i cancelli ai lati, di destra e di sinistra, dello stabilimento Shilling - La Rotonda di Ostia. I due varchi al mare alla spiaggia che trova all'inizio della via Cristoforo Colombo, sul lato del litorale, erano stati aperti lo scorso 14 aprile dal sindaco Ignazio Marino e dell'assessore capitolino alla legalità e ora anche delegato del primo cittadino per il X Municipio Alfonso Sabella. 

La decisione di "restituire e ripristinare" i cancelli è stata presa ieri dall'amministrazione del X Municipio, direzione Ambiente e Territorio. L'inferriata era stata rimossa, perchè impediva il libero accesso alla battigia. Due giorni dopo però il Tar aveva accolto la richiesta di sospensiva presentata dai gestori perchè nella planimetria presentata "non è presente alcun varco a mare" e aveva rimandato la decisione finale al 6 maggio. 

Il 17 aprile, invece, a seguito dell'accordo tra Campidoglio e Federbalneari sono stati aperti quattro nuovi varchi presso gli stabilimenti Zenith, Cotral, L'Arca e La Vela.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La questione degli accessi alla battigia, inoltre, ha un ruolo importante anche nell'ordinanza per questa stagione estiva firmata dal sindaco Marino: "E’ vietato ostacolare in qualsiasi modo il passaggio nei varchi liberi di accesso alla battigia - si legge - . L’accesso alla battigia è libero in ogni orario, anche notturno, mediante i varchi pubblici adibiti per questo scopo, fermo restando il divieto di pernottamento. I titolari degli stabilimenti invece sono obbligati a consentire il libero e gratuito accesso e transito per il raggiungimento della battigia antistante l’area compresa nella propria concessione demaniale, anche ai fini della balneazione. In mancanza di un varco di accesso fruibile al pubblico situato a non oltre 150 metri da uno stabilimento, l’accesso alla battigia mediante il loro ingresso è consentito fino alle ore 22.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento