OstiaToday

Rifiuti, il tritovagliatore fa paura: mancano norme sanitarie e di sicurezza. Scatta la denuncia alla Asl

L'iniziativa è dei responsabili della sicurezza di Ama. Vocaturo: "E' una situazione che non può continuare e ci aspettiamo un intervento mirato da parte di Ama"

Il tritovagliatore di via dei Romagnoli fa paura. I responsabili della sicurezza Ama, dopo vari sopralluoghi, hanno deciso di denunciare alla Asl di Roma e alle istituzioni competenti la situazione dell'impianto mobile di smaltimento di rifiuti: mancherebbero infatti le norme sanitarie e quelle di sicurezza. 

Come un funziona il tritovagliatore

Il tritovagliatore, come aveva assicurato più volte il Movimento 5 Stelle del X Municipio, quando viene acceso si occupa solo della "produzione esclusiva dei rifiuti del territorio". La stessa amministrazione dopo una comunicazione ambigua e ricca di contraddizioni, lo aveva ribadito a RomaToday prima a dicembre, dopo l'incendio del Tmb Salario, e poi ancora lo scorso marzo, a seguito del rogo del Tmb di Rocca Cencia

L'esposto alla Asl dei responsabili della sicurezza Ama

Nell'esposto protocollato alla Asl vengono rese note le carenze principali che vanno dalla "mancanza del portale di rilevamento di radioattività nell'entrata del rifiuto", fino alla presenza di "cassoni contenenti scarti non debitamente scoperti", o addirittura alla "potenziale tritovagliatura di rifiuti speciali o pericolosi". Già perché lì, in via dei Romagnoli, finisce anche il pattume degli ospedali e delle aziende sanitarie di quel quadrante di città. 

Tuttavia le preoccupazioni non finiscono qui. Nel documento emerge anche come ci sia una mancanza di aspirazione dell'aria con conseguente "dispersioni di polveri sottili e miasmi". In più il trattamento dove vengono tritati i rifiuti è vicino agli spogliatoi dei lavoratori e agli uffici competenti. 

Il circolo Pd Ama: "Serve intervento mirato"

Il circolo Pd AMA condivide la preoccupazione che da mesi è tra gli oltre 100 lavoratori di quella zona e i cittadini limitrofi sulle condizioni quotidiane del trattamento dei rifiuti come si legge in una nota di Flavio Vocaturo: "C'è una mancanza della certificazione dell'aria e ci sono sempre più topi che si aggirano nel territorio del X Municipio. Troviamo scandaloso che l'azienda, dopo mesi e mesi di richiesta dei responsabili della sicurezza, non abbia preso provvedimenti in merito".

"E' una situazione che non può continuare e ci aspettiamo un intervento mirato da parte di Ama che metta in sicurezza la zona, perché ci sono lavoratori che tutti i giorni vivono questa situazione critica per la loro qualità di vita", conclude il coordinatore circolo Pd AMA.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento