Ostia Ostia

Ostia, le paline in spiaggia diventano videogame: 14enne lancia la simulazione in stile anni 80

Prodotto da Alain Marinelli il gioco in stile anni '80 si rifà alle regole 2020 sulle spiagge libere. Le musiche in 8 bit dei Senna, il gruppo musicale di Ostia

Le paline in spiaggia, già simbolo dell'estate 2020 ad Ostia e che tanto hanno fatto discutere, diventano un videogioco. L'idea è di un ragazzo di 14 anni Alain Marinelli, figlio di Aldo noto in tutto il X Municipio come il "papà" della pagina Facebook 'La Mia Ostia'. 

Il videogame si chiama Stakes beach, è giocabile preferibilmente su pc e tablet, e ha appunto come protagonista la palina segnaposto posizionata nelle spiagge libere nella stagione estiva 2020. 

Alain, studente di 14 anni del Liceo Antonio Labriola, ha realizzato interamente le grafiche e la programmazione del gioco in stile anni '80. Un 8 bit che si apre con un bagnino che spiega al suo "collega" cosa fare e come accogliere chi arriva in spiaggia e così, con un click, bisognerà posizionare i bagnanti ad ogni palina segna posto.  

Il ragazzo, studente di liceo con indirizzo scienze applicate, ha sviluppato l'idea durante il lockdown come spiega a RomaToday: "Ho cominciato a seguire dei videocorsi su come programmare videogiochi tramite un sito web specializzato. L'idea di questo gioco nasce da mio padre che dopo aver visto cosa ero riuscito a fare, ha deciso di affidarmi il compito di creare Stakes Beach. Così mi sono messo a lavoro cominciando con le grafiche e il concept".

Dopo circa due settimane di lavoro finalmente Stakes Beach era pronto al rilascio. Cercando di veicolare il messaggio per il distanziamento sociale in spiaggia ai tempi del Coronavirus, il gioco consiste nel posizionare sei bagnanti sopra ad ogni palina grazie al controllo del fischietto di un giovane bagnino alle sue prime armi.

Video game-2

Il gioco è formato da sei livelli di difficoltà sempre crescente: per superare il livello si ha a disposizione un numero limitato di bagnanti che tendono ad andare dritti dritti a farsi un bagno. Catturateli col mouse o col dito e portateli alla palina.

A curare le musiche in 8 bit, sono i Senna, gruppo musicale di Ostia: "Per la colonna sonora del videogioco targato 'La mia Ostia' ci siamo ispirati alle musiche in 8-bit sono care a chi è cresciuto nell'epoca del Game Boy, trasformando così alcuni brani del nostro disco. E' stato molto divertente. Anche noi facciamo parte del Municipio X, e condividiamo gli stessi valori portati avanti da Aldo e suo figlio: il suo videogioco è un'ottima occasione per infondere senso civico". Il videogioco, gratuito, si può trovare sul sito de La Mia Ostia.

Ostia videogame-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, le paline in spiaggia diventano videogame: 14enne lancia la simulazione in stile anni 80

RomaToday è in caricamento