Ostia Ostia / Lungomare Paolo Toscanelli

Stagione balneare 2017: il Campidoglio detta le nuove regole

La Sindaca Raggi ha firmato un'ordinanza in cui sono contenute le regole per la stagione balneare. Tra gli obblighi per i concessionari, si ribadisce la "libertà di transito alla battigia anche ai fini della balneazione"

La Sindaca ha firmato l’ordinanza che da il via libera alla stagione balneare che comincia il primo maggio, per terminare il 30 settembre. Tante le novità introdotte per il litorale romano. Da Ostia a Capocotta, passando per Castel Porziano, le indicazioni che il Campidoglio ha deciso d’impartire sono chiare. E vanno nella direzione di regolamentare la fruizione della spiaggia e l’accesso al mare.

IL TRANSITO GRATUITO - Uno degli aspetti sul quale l’ordinanza risulta particolarmente esplicita, riguarda la necessità di garantire “il libero transito alla battigia anche ai fini della balneazione”. In tal senso, non ci devono essere fraintendimenti. E dunque si fa divieto anche di apporre cartelli “che possano indurre in errore circa alla totale gratuità dell'accesso e del transito per raggiungere la battigia.”  Per facilitarne la fruizione alle persone con disabilità ed alle mamme con bambini fino a tre anni, dunque verosimilmente munite di passeggino,  il concessionario dovrà predisporre “idonei percorsi perpendicolari alla battigia”. La pulizia e l’igiene anche di quest'ultima, resta inoltre a cura del concessionario che dovrà provvedervi quotidianamente prima dell’apertura e dopo la chiusura del servizio.

SICUREZZA - Nell’ordinanza sindacale, vengono indicate anche quali sono le cosiddette “spiagge libere”, una decina in tutto tra Ostia, Castel Porziano e Capocotta. Inoltre si ribadisce l’assoluto divieto di condurre animali in spiaggia, anche se muniti di guinzaglio o museruola. Ci sono delle eccezioni. L'accesso degli animali domestici da compagnia, è infatti consentito "nel tratto di spiaggia compreso tra il Canale "Fosso del Pantanello" e la linea fronte mare -di 100 mt. lineari verso levante". Vale a dire nella spiaggia libera di Castel Porziano, all'altezza del primo cancello.

SERVIZI IGIENICI - Ultima annotazione gli stabilimenti devono dotarsi di almeno un fasciatoio. Inoltre, qualora persone con disabilità o mamme con bambini inferiori ai tre anni ne facciano richiesta, anche se non sono utenti dello stabilimento, i concessionari sono tenuti comunque ad offrire loro l'utilizzo dei servizi igienici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stagione balneare 2017: il Campidoglio detta le nuove regole

RomaToday è in caricamento