Martedì, 15 Giugno 2021
Ostia

Polo Natatorio: 228mila euro in 16 mesi in mensa. La Fin si difende

'La Repubblica' attacca, e la Fin risponde con un duro comunicato: "Dati riportati in maniera erronea, contenuti parziali e commenti strumentali che ledono l'immagine della FIN"

Più di 220mila euro in sedici mesi. E' questo il conto della Federazione Italiana Nuoto per il servizio 'mensa' degli atleti del Polo Natatorio di Ostia secondo le fatture riportate da 'La Repubblica'. Paolo Barelli, presidente Fin, è in mezzo a una bufera proprio mentre si sta a giocando l'eventuale riconferma con Giorgio Quadri, avvocato civilista ed ex fondista.

Corrado Zunino su 'La Repubblica' ci racconta tutto: "Secondo le carte conservate negli uffici amministrativi, la federazione presieduta da Barelli ha stipulato una convenzione con un ristorante di Ostia, 'Al Pescatore' (ristorante vicino il Polo Natatorio ndr), per un 'servizio mensa' nei confronti di atleti e dirigenti che frequentano il Polo natatorio di Ostia. Bene, le spese della Federnuoto per il ristorante ammontano a 228.380 euro in un arco di sedici mesi, dal 19 gennaio 2011 al 21 maggio 2012. La cifra è notevole. La Federnuoto oggi sostiene di pagare 12 euro per ogni atleta che frequenta il ristorante e 15 euro per i ragazzi della pallanuoto, considerati più voraci". 
 
Il ristorante in sedici mesi avrebbe quindi ospitato oltre 19 mila atleti, quasi milleduecento ogni mese. Numeri che si rimpolpano. Solo il 2 febbraio 2012 la Federnuoto ha pagato infatti 17.680 euro per undici tavoli senza dimenticare che il ristorante ha una capienza di 400 persone. 
"Le battaglie elettorali sportive si scoprono dure e velenose come quelle politiche" scrive il giornalista sul quotidiano 'La Repubblica', a pag. 12, riportando i dati che, secondo la Federazione Italiana Nuoto sono stati scritti "in maniera erronea, con contenuti parziali e strumentalmente commentati che ledono l'immagine della Federazione Italiana Nuoto e di chi la presiede". 
 
La FIN, sul proprio sito ufficiale, attacca duramente e punta il dito: "Desta perplessità, soprattutto a sei giorni dalla XL Assemblea Elettiva della Federazione Italiana Nuoto, la superficialità dei contenuti dell'articolo pubblicato dal quotidiano "la Repubblica" che il giornalista avrebbe potuto approfondire con facilità per garantire ai lettori un'informazione trasparente e corretta. A mero titolo esemplificativo, si pone in evidenza il pagamento citato nell’articolo di 17.680,00 euro del 2 febbraio 2012 che ovviamente non si riferisce ad 'undici tavoli', come maldestramente riportato, ma al saldo di ben 12 fatture emesse dal ristorante nel periodo 2 novembre 2011 – 11 gennaio 2012, ovvero poco più di due mesi".
 

L'ATTACCO DEI VERDI

 
"Il giornalista Corrado Zunino, lavorando di fantasia, - continua il comunicato della Federazione con a capo Paolo Barelli - racconta di una 'vicenda da grande abbuffata', citando fatture emesse dal ristorante 'Al Pescatore' di Ostia per un totale di 228.380 euro dal 19 gennaio 2011 al 21 maggio 2012 in relazione ai pasti effettuati dai fruitori del Centro Federale di Ostia. Ma anziché legarle all'intensa attività di alto livello di natura tecnica, agonistica, didattica e sociale che la Federnuoto promuove presso il polo natatorio, sposta l'attenzione su presunte irregolarita prive di qualsiasi fondamento". Ecco svelato il mistero quindi. Attraverso un quadro riepilogativo della sola attività agonistica del 2011 (dodici mesi) svoltasi al Centro Federale di Ostia sulla base delle convenzioni in atto (prezzo tra 25,00 e 30,00 euro per colazione, pranzo e cena a persona ndr), la FIN pubblica la tabella dei costi:  
        
Pallanuoto 4.090 presenze per 12.270 pasti (colazione, pranzo e cena) = 122.700,00 euro 
Nuoto 1.430 presenze per 4.290 pasti = 42.900,00 euro
Sincronizzato 38 presenze per 114 pasti = 1.140,00 euro
GUG 348 presenze per 1.044 pasti = 10.440,00 euro
Masters 160 presenze per 480 pasti = 4.800,00 euro
SIT 65 presenze per 195 pasti = 1.935,00 euro
Salvamento 276 presenze per 828 pasti = 8.280,00 euro
TOTALI 6.407 presenze - 19.221 pasti - 192.195,00 euro
 
         
"Per una più semplice interpretazione del quadro riepilogativo, basti considerare che una Squadra Nazionale di pallanuoto in allenamento collegiale è composta da circa 25-30 persone tra atleti e staff. Il Centro Federale - conclude la FIN - ha ospitato le Squadre Nazionali assolute maschili e femminili e le Squadre Nazionali giovanili maschili e femminili in fase di preparazione per l'appuntamento internazionale stagionale di riferimento. Pertanto i 4090 pernotti per un totale di 12.270 pasti registrati dalla pallanuoto equivalgono a periodi di preparazione di circa 40 giorni per Squadra Nazionale". 
 
Vicende finità? Macché. Giorgio Quadri, candidato alla presidenza della Federnuoto, commenta così la storia: "Non ho mai avuto accesso ai dati contabili della Federazione. Spero di non trovare dei buchi neri. A prescindere da questa vicenda nel mio programma c'era già una razionalizzazione dei 5 centri federali, che spesso sono vuoti. Inoltre essendo centri di alta specializzazione, mi chiedo come mai vi svolgano anche corsi commerciali come in una piscina normale". 
 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polo Natatorio: 228mila euro in 16 mesi in mensa. La Fin si difende

RomaToday è in caricamento