Domenica, 20 Giugno 2021
Ostia Ostia / Via della Stazione Vecchia

Ostia, nuova invasione di 'Riprendiamoci le spiagge'

Riprendiamoci le spiagge annuncia nuova iniziativa in difesa delle spiagge pubbliche, contro la speculazioni dei privati e il lavoro nero

Il movimento "Riprendiamoci le Spiagge" prende una netta posizione contro la svendita di Castel Porziano, dove il municipio XIII ha affidato all'associazione Pro Locum Ostium Paradise beach la concessione di 250 metri quadrati di arenile della spiaggia. Mentre un bando scellerato toglie alle cooperative 8 lotti non sfruttati dagli imprenditori del mare, una assegnazione diretta, che sembra un regalo a qualche amico, consegna un pezzo di riserva in mano privata.


Il 28 luglio alle ore 15.00 dalla stazione di Lido Centro, tornerà in scena la mobilitazione in difesa delle spiagge bene comune, per gridare contro il vero saccheggio, attuato in maniera bipartisan, dalla classe politica e dagli imprenditori balneari. "Sebbene si stia tentando di far passare in sordina la vicenda del cosiddetto "cancello zero" a Castel Porziano, quel lembo di arenile tra la riserva del presidente ed il primo Cancello, a noi risulta chiara la collusione dei politici locali con gli interessi di privati e speculatori - dichiara Fortunato di "Riprendiamoci le Spiagge" - Per questo consideriamo fondamentale ribadire la necessità di spiagge pubbliche e libere, fruibili da parte della cittadinanza, nonchè l'abbattimento del lungomuro scempio che impedisce la visuale ed il gratuito accesso verso un bene comune quale è il mare e la spiaggia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, nuova invasione di 'Riprendiamoci le spiagge'

RomaToday è in caricamento