menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia, dopo l'incendio del 2012 la scuola Do.Re.Mi Diverto è pronta a risorgere: progetto da 1.5 milioni di euro

La mini sindaca Di Pillo: "E' dal 2013 che i cittadini del quartiere di Ostia attendono di avere una nuova scuola dell’infanzia, sicura e decorosa, che possa accogliere i propri figli"

Dopo nove anni il X Municipio muove i primi passi per la rinascita della Do.Re.Mi Diverto, la scuola per l'infanzia andata in fiamme nel 2012 dopo diversi anni di abbandono e occupazioni da parte di senza tetto.

Il progetto, finanziato con oltre 1.5 milioni di euro, prevede la ricostruzione della scuola che ha un passato travagliato con il rogo che aveva diffuso nell'area circostante particelle di amianto e con le macerie abbandonate per lungo tempo ed esposte agli agenti atmosferici.

"E' dal 2013 che i genitori chiedono alle istituzioni locali di intervenire per riedificare l'infrastruttura andata a fuoco dopo la chiusura e passata attraverso brutte vicende giudiziarie. - ha sottolineato la minisindaca Giuliana Di Pillo - Questa Amministrazione ha ascoltato quelle richieste e ha voluto dare un segnale forte a quegli abitanti dimostrando l'attenzione che ha per i bisogni della collettività.

"Dopo un lavoro lungo e difficile, partito dalle Commissioni e finito in Consiglio, dove, all'unanimità, è stata approvata la delibera che prevede la riedificazione della scuola, è stato realizzato il progetto e pubblicato il relativo bando. Oggi la ricostruzione della scuola Do.Re.Mi Diverto è diventata realtà. Un grazie va a tutti coloro che hanno lottato in questi anni per arrivare a questo risultato", ha illustrato la presidente del X Municipio.

"Nel 2019 abbiamo approvato il progetto di fattibilità tecnico ed economica per la realizzazione ex novo della scuola dell'infanzia, inserendo nel piano investimenti 2020 la somma di 1.570.000 euro. Con la costituzione del gruppo di lavoro e la pubblicazione dell’indizione Gara si compie un ulteriore passo verso quell’obiettivo dichiarato fin dal nostro insediamento", ha aggiunto il vicepresidente del X Municipio Alessandro Ieva.

"La macchina amministrativa del litorale di Roma, dopo lo scioglimento per mafia, è stata perfettamente rigenerata. Nessuno si ricorda una tale capacità di produrre per il territorio. Produrre significa aiutare i commercianti, le attività economiche sane e i cittadini che oggi devono stare ancor di più dalla nostra parte. Il contrario non avrebbe senso", è il pensiero del consigliere comunale Paolo Ferrara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento