Lunedì, 26 Luglio 2021
Ostia Ostia

Salvini spinge per Ostia Comune, il M5s è contro la scissione: è scontro

Scontro tra il leader della Lega e il Movimento 5 Stelle. Ferrara: "Salvini si è laureato con lode alla prestigiosa e immaginaria facoltà di Architettura dell'Università della Vita"

Matteo Salvini insiste, vuole Ostia Comune. Dopo i chiari segnali che aveva già lanciato a inizio febbraio, il leader della Lega ha parlato di ridisegnare la città e di "un progetto Roma 2050" mettendo nel mirino anche la "cattiva", a suo dire, amministrazione regionale di Nicola Zingaretti e della Capitale di Virginia Raggi etichettandoli come "incapaci".

Salvini, alla Pisana, è stato chiaro: "Va ridisegnato l'intero tessuto cittadino. Io, ad esempio, da autonomista ritengo che il Comune di Ostia debba essere un Comune a sé stante, perché è lontano dalla mente del Campidoglio e degli amministratori e quindi avrebbe dignità, popolazione e necessità per essere un Comune autonomo".

Una dichiarazione che ha mandato su tutte le furie il Movimento 5 Stelle. Paolo Ferrara, consigliere comunale pentastellato e volto sempre presente ad Ostia, non gliele ha mandate a dire: "Matteo Salvini, dall'alto della sua "laurea con lode" alla prestigiosa e immaginaria facoltà di Architettura dell'Università della Vita, pretende di ridisegnare il tessuto urbano di Roma. Roba da matti. Uno che non ha studiato e non ha mai lavorato un solo giorno in vita sua, campando solo di retorica e panzane, ora si mette progettare. Salvini rimanga al suo posto. Ostia Antica, Acilia, Casal Palocco, quartieri come Dragona, Stagni e Infernetto: Il fenomeno non sa neanche di cosa parla, ossia di centinaia di migliaia di persone che la sua folle idea confinerebbe in una sorta di limbo, trasformando il loro territorio in periferia della periferia".
 
Poi Ferrara lancia la sfida: "Abbiamo deciso di dire basta alle idiozie quotidianamente propagandate da questo tizio. Cominceremo un'operazione-verità sull'idea malsana della Lega di fare del mare di Roma uno spezzatino. Metteremo in luce tutte le nefandezze e le sciocchezze populiste del leader della Lega e, al termine di questa serrata campagna informativa, nemmeno i suoi eventuali parenti che risiedono sul Litorale romano oseranno votarlo".

A fargli da eco anche Giuliana Di Pillo, mini sindaca del X Municipio: "La proposta poco lungimirante del leader della Lega Matteo Salvini che vorrebbe Ostia comune autonomo non tiene conto del danno che produrrebbe al tessuto produttivo dell’entroterra del nostro municipio. Il nostro territorio va salvaguardato nella sua interezza, non esistono zone di serie A ed altre di serie B e viene da sé che la scissione di Ostia da Roma renderebbe tutta la parte più interna del territorio lasciata a se stessa, periferia della periferia".

Il Movimento 5 Stelle, infatti, come obiettivo ha quello della riforma di Roma Città metropolitana, per trasformare la natura dei municipi e dando loro un'autonomia cosiddetta 'differenziata'. 

A fine novembre, va detto, Enrico Cavallari e Marietta Tidei (entrambi di Italia Viva) avevano presentato alla Regione Lazio presso gli uffici del consiglio della Pisana la proposta di legge per l'istituzione del Comune di Ostia

Nei mesi precedenti cittadini e le associazioni del Lido si erano già spinti, con banchetti informativi e incontri, per promuovere l'iniziativa

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini spinge per Ostia Comune, il M5s è contro la scissione: è scontro

RomaToday è in caricamento