menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia, scontro tra Ama e il municipio grillino: per l'azienda dati dell'assessore "senza fondamento" e "il servizio è ok"

L'assessore all'ambiente del X Municipio Alessandro Ieva aveva parlato di un assenteismo eccessivo citando dei dati che la municipalizzata di Roma ha voluto smentire con una nota

Botta e risposta. Da una parte l'assessore all'Ambiente del X Municipio Alessandro Ieva, esposente grillino e vice presidente del parlamentino di Ostia che accusa una raccolta a rifiuti a rilento sul territorio figlia di un assenteismo eccessivo degli operatori Ama in vacanza, dall'altra proprio la municipalizzata a 5 Stelle che respinge al mittente le accuse dell'assessore grillino etichettando i dati (diffusi da Ieva in un comunicato stampa) come "assolutamente privi di qualsiasi fondamento" aggiungendo che il servizio di raccolta rifiuti è "regolare".

L'assessore del X Municipio: "Al lavoro solo il 35-45% degli oeratori Ama"

Tutto è inziato quando nel pomeriggio del 17 agosto il vicepresidente e assessore all'ambiente territorio e aicurezza del X Municipio Alessandro Ieva ha diffuso una nota elencando alcuni dati. L'esponente grillino, stanco di vedere pochi operatori Ama operativi in questi giorni, ha voluto scrivere alla municipalizzata sottolineando di avere al lavoro "solo il 35-45 per cento degli operatori" e richiama l'azienda a "rispettare il contratto servizio".

Una missiva, la sua, che terminava con un attacco: "Da giugno abbiamo preteso il rispetto del contratto di Servizio chiedendo l'attivazione dell'organismo di Controllo al fine di ricevere le risultanze del monitoraggio dei livelli di prestazione per le problematiche della raccolta porta a porta e utenze non domestiche. La situazione non è migliorata e per questo proprio abbiamo presentato un sollecito alla precedente nota chiedendo una intensificazione dei servizi di raccolta, spazzamento e diserbo. Oggi sparare su Ama e come sparare sulla Croce Rossa".

La risposta di Ama: "Il servizio è regolare a Roma"

Nel tardo pomeriggio di ieri 18 agosto, la risposta di Ama: "Le attività di igiene urbana si stanno svolgendo con regolarità in tutti i quadranti della città. Anche nella settimana di Ferragosto (10-16) Ama, attraverso il lavoro delle 55 sedi di zona e delle 5 autofficine presenti sul territorio capitolino, ha assicurato i servizi di pulizia e raccolta dei rifiuti avviando a trattamento circa 12.600 tonnellate di materiali indifferenziati (+100 tonnellate rispetto a periodo equivalente dello scorso anno)". 

"La percentuale di personale presente in servizio e il tasso medio di assenze, al netto di effetti i dovuti alle norme nazionali per Covid 19, sono in linea con quelli relativi ad analogo periodo degli scorsi anni. Anche per questa estate l'azienda così come è prassi per le altre realtà che erogano servizi pubblici essenziali, ha preventivamente predisposto un piano ferie del proprio personale teso ad assicurare la continuità delle attività di igiene urbana in città anche nei mesi di luglio e agosto".

"Dati assolutamente privi di qualsiasi fondamento"

La municipalizzata di Roma Capitale entra quindi nello specifico del territo di Ostia e del suo entroterra: "Nelle 3 sedi territoriali presenti nel municipio X va evidenziato che, nelle giornate comprese tra il 10 e il 17 agosto, si è registrato un tasso medio di presenza del personale (al netto di assenze per ferie, malattie, legge 104 e altre motivazioni) pari a circa il 65%. Proprio in questo quadrante, che si caratterizza per l’incremento delle presenze di romani e turisti durante la stagione estiva, va sottolineato che la percentuale di assenza per ferie rilevata nello stesso periodo si attesta al 20%".

Quindi la risposta piccata, seppur senza mai citare direttamente Ieva, ai dati diffusi proprio dall'assessore all'ambiente del X Municipio: "Sono quindi assolutamente privi di qualsiasi fondamento i dati riportati e diffusi ieri e questa mattina secondo cui al momento sarebbe in servizio solo il 35-45% della forza lavoro Ama".

Grillini contro grillini

Una lotta intestina non nuova sul litorale. Anzi. Il 4 febbraio di un anno fa il Movimento 5 Stelle locale, che amministra, aveva occupato l'aula consigliare in segno di protesta contro il Simu, il Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana, di Roma Capitale che, seppur invitato a mandare i suoi rappresentanti ad Ostia, aveva disertato la Commissione Lavori Pubblici che aveva come tema le condizioni, anche strutturali, del viadotto Tabacchi (il cavalcavia principale di Ostia ndr) e il ponte di Acilia.  

Quindi a marzo 2019 il video post dalla mini sindaca Di Pillo in cui il Movimento 5 Stelle del X Municipio attaccava e bacchettava il Movimento 5 Stelle del Comune di Roma per i lavori sul lungomare. Quindi a giugno dello stesso anno il terzo capitolo della trilogia dei 'Grillini contro i Grillini' con il M5s che ha attaccato la partecipata del Comune di Roma, Acea, per la mancata riparazione delle buche. Ora, invece, il botta e risposta tra il municipio pentastellato del mare di Roma e l'Ama a 5 Stelle.

Il Pd Ama: "Ieva non conosce la materia"

Ad aggiungere altra carne al fuoco della polemica, ci ha pensato anche il Partito Democratico con Flavio Vocaturo, esponente del Pd Ama: "L'assessore all'ambiente Ieva si è permesso di incolpare i lavoratori dell'Ama e l'azienda per come Roma è in affanno sul capitolo rifiuti. Incolpare i lavoratori Ama perchè sono in ferie nel mese di agosto e c'è chi è malato è un fallo di frustrazione dell'Assessore che non sa più che pesci prendere. Ieva non conosce la materia e lo ha dimostrato nel corso della sua carica di Assessore".

"Dovrebbe spiegare ai lavoratori Ama dov'era sotto Covid-19 quando i lavoratori stessi facevano le battaglie perchè non avevano i dispositivi di sicurezza? Dov'era quando insieme ai 270 lavoratori siamo andati in Campidoglio dalla sua Sindaca per chiedere assunzioni e la Raggi ha licenziato le stesse 270 famiglie? Dove'era quando diceva mai il tritovagliatore ad Ostia e il tritovagliatore è a Romagnoli da anni senza un controllo ambientale? Dov'era quando la Raggi non ha firmato i bilanci Ama e non ha messo in condizioni l'azienda di avere un piano industriale per fare gli impianti? Lui e la sua amministrazione non hanno mai detto e fatto nulla per stare vicino ai lavoratori del settore ambientale. Oggi dopo quasi 5 anni ed a 8 mesi delle elezioni scaricare la colpa di tutto sui lavoratori è incapacità e mancanza di rispetto. Pretendiamo le scuse da parte dei 5 stelle e che l'assessore Ieva prima di parlare studi la materia", conclude Vocaturo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento