rotate-mobile
Ostia

Pistoiese-Ostiamare 2-0: troppo forti i toscani per i lidensi

Biancoviola alla pari con l'undici di Morgia. Gli episodi premiano gli orange

Il calcio è fatto di episodi e, fatti i doverosi complimenti alla Pistoiese, queste situazioni sono state oggi sfavorevoli ad una bella Ostiamare che esce dal " Melani" sconfitta per 2 a 0 (primo ko esterno dopo le tre belle vittorie di Civitacastellana, Trestina e Bastia, ndr), senza punti in tasca, ma con la cosapevolezza di aver giocato più che alla pari con la corazzata di Morgia, sia sullo 0 a 0, con più di un'occasione fallita (e lo sfortunato palo colto da Piro), sia nella ripresa, nella quale è stata sempre la formazione di Caputo a fare la partita (e non solo perchè costretta a recuperare), impedendo o quasi agli avversari di costruire gioco e occasioni. Un atteggiamento, questo, che regala fiducia e che fa ben sperare per il prosieguo della stagione. 


Si parte e, dopo una conclusione di Gubinelli, parata da Sambo, la Pistoiese si rende pericolosa con Peluso che trova l'opposizione pronta di Provaroni. Un botta e risposta che precede, di pochi istanti, il missile di Alfonsi, da oltre 30 metri, sul quale è decisivo ancora una volta Nicola Sambo, estremo difensore dei toscani, classe 1995. 

Le sgroppate del esperto brasiliano Robson Machado Toledo impensieriscono la difesa dell' Ostiamare che, però, riparte e al 29' arriva ad un passo dal gol. Piro s'incunea abilmente tra due difensori pistoiesi e, una volta in area, conclude con il destro, trovando però la sfortunata chiamata palo. Peccato. Pochi minuti e la Pistoiese passa a condurre: verticalizzazione di Bigoni per Buglio (al rientro dopo tre giornate di squalifica, ndr) che in area supera Provaroni per l'1 a 0 orange. Dal possibile vantaggio l' Ostiamare si trova sotto, all'intervallo. 

Nella ripresa Ostiamare aggressiva fin dall'inizio e Pistoiese costretta ad arretrare il baricentro. Al 12' clamorosa occasione per il pari lidense: verticalizzazione fantastica di Alfonsi per Piro che scatta prontamente, entra in area, dribbla Sambo ma anzichè concludere con il mancino aspetta quel secondi troppo che consente al portiere toscano d'intervenire, smanacciando la palla sul fondo.

I lidensi insistono, alla ricerca del pari e al 37' Sciamanna, entrato da poco, prova con il diagonale fallendo il bersaglio grosso anche se non di molto. Il pari però non arriva e al 39' un intervento abbastanza veniale di Martinelli su Minincleri viene punito dall'arbitro campano Celentano con il penalty. Dal dischetto Peluso fa 2 a 0, chiudendo il match. Finisce in gloria per la Pistoiese ma l' Ostiamare era più che presente, e dalla consapevolezza di aver giocato alla pari con la Pistoiese si riparte verso il prossimo ostacolo, chiamato Gualdo. 

PISTOIESE - OSTIAMARE 2-0 
PISTOIESE:
Sambo, Molnar, Nocentini, Belli, Collacchioni, Giordani, Toledo (28'st Varutti), Gambadori, Bigoni (19'st Minincleri), Buglio (15'st Cecchi), Peluso. A disp.: Olczak, Giovanelli, Varricchio, Saccà, Vianello, De Angelis. All.: Morgia. 
OSTIAMARE: Provaroni, Barbieri, Nobili, D'Astolfo (27'st Martinelli), Piroli, Costantini, Piro, Trippa, Macciocca (27'st Sciamanna), Alfonsi, Gubinelli (19'st Piciollo). A disp.: Travaglini, Martini, De Nicolò, Marzi, Tabirri, Bosi. All.: Caputo. 
ARBITRO: Giuseppe Celentano di Torre Annunziata. ASSISTENTI: Andrea Ragnacci di Gubbio e Matteo Biviglia di Foligno. 
MARCATORI: 34'pt Buglio, 39'st Peluso (rig., P). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistoiese-Ostiamare 2-0: troppo forti i toscani per i lidensi

RomaToday è in caricamento