Giovedì, 17 Giugno 2021
Ostia Via Cristoforo Colombo

Ostia piste ciclabili, Marchesi: "Solo gli stranieri usano la bici"

Marchesi si difende: "Non sono razzista". Il capogruggo del Pdl lo scarica e prende le distanze in una 'lotta' a colpo di pedale

Le piste ciclabili di Ostia dividono il Pdl del XIII Municipio. In merito alle dichiarazioni rilasciate dal Consigliere Pierfrancesco Marchesi a mezzo stampa, interviene il Gruppo di Maggioranza del XIII Municipio Salvatore Colloca. "Prendiamo le distanze da quanto affermato dal consigliere Pierfrancesco Marchesi in merito ai nuovi spazi ciclabili. A nome del gruppo di maggioranza – ha dichiarato Salvatore Colloca, Capogruppo Pdl XIII Municipio – ci dissociamo da quanto affermato e ribadiamo la nostra piena collaborazione alle associazioni che promuovono la mobilità dolce e la mobilità alternativa sul territorio del XIII Municipio. Le esternazioni del consigliere Marchesi sono di carattere personale e non racchiudono né esprimono il pensiero e il modo di lavorare di questa maggioranza". 

La risposta di Marchesi non tarda ad arrivare. "In merito a quanto successo oggi e alle dichiarazioni del capogruppo del Pdl, Salvatore Colloca, vorrei ribadire quanto ho detto oggi. Abitando in un quartiere verde come il nostro, dove c'è la possibilità di andare in bicicletta, siamo tutti ciclisti il nel fine settimana. Altra cosa è utilizzare la bicicletta ogni giorno, come mezzo alternativo alla macchina. In questo credo che chiunque possa darmi ragione quando dico che non è nelle nostre consuetudini muoverci esclusivamente in bicicletta. Voglio inoltre precisare che non c'è stata riunione di maggioranza che abbia motivato le dichiarazioni del capogruppo Colloca, che ha invece parlato a nome dell'intera maggioranza senza averla prima consultata. È chiaro, dunque, come la dichiarazione in questione sia priva di basi. Dichiaro, inoltre, nuovamente la mia non contrarietà alla mobilità alternativa e alle due ruote. Prova ne sia la pista ciclabile realizzata nell'anno passato su via Cristoforo Colombo, alla cui progettazione mi sono sempre mostrato favorevole. Invito il capogruppo di maggioranza a rivedere il suo pensiero e a valutare meglio il senso della mia dichiarazione della giornata di oggi, da cui, a nome del gruppo del Pdl di cui faccio parte, ha preso le distanze senza consultazione degli altri colleghi consiglieri e assessori". 

"Sostengo con fermezza la mia tesi: nel XIII Municipio di Roma non c'è la cultura delle due ruote. La bicicletta - conclude Marchesi - è utilizzata come mezzo alternativo alla macchina dai soli cittadini stranieri. Con questo non credo di dare una connotazione di stampo razziale al mio pensiero e anzi, sostengo che abbia una visione razzista chi dà un'interpretazione negativa al mio pensiero, che é oggettivo e riscontrabile ogni giorno per le strade. Voglio poi aggiungere che se frasi semplici come questa vengono travisate vuol dire, necessariamente, che il Pdl non è un partito che possa gradire ancora la mia presenza tra le sue fila, oppure, di contro, che il capogruppo Colloca, alla fine del suo mandato è stanco e non riesce a compiere i suoi doveri al meglio. In tal caso dovrebbe dimettersi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia piste ciclabili, Marchesi: "Solo gli stranieri usano la bici"

RomaToday è in caricamento