Giovedì, 18 Luglio 2024
Ostia Ostia

Ostia: tempi lunghi per abbattere il Lungomuro, M5s esclude cittadini da percorso partecipato

I pentastellati chiedono alla sindaca Raggi di sollecitare la Regione affinché acceleri le procedure per la demolizione. Le opposizioni attaccano

Il Piano di Utilizzo degli Arenili serve ad Ostia. Senza quello strumento non si potrà "rivoluzionare" il mare di Roma. Un argomento delicato che, in questi giorni, sarà discusso in Campidoglio. Cavilli, mozioni e pareri che, tuttavia, stanno generando ritardi e così sono previsti tempi troppo lunghi per la demolizione dell'ormai famoso Lungomuro.

Anche perché, come denunciato dalle opposizioni, il Movimento 5 Stelle vorrebbe "saltare" la Valutazione Ambientale Strategica. Ed è proprio sul Vas, una consultazione utile per il Pua, che è in atto uno scontro sia tra M5s e opposizioni ma anche tra Regione Lazio e Comune.

Senza il Vas i cittadini non potrebbero dire la loro sul futuro assetto di Ostia ma eliminarlo servirebbe per "ridurre le tempistiche", scrivono in una mozione il capogruppo stellato Paolo Ferrara e i consiglieri Carola Penna e Nello Angelucci, che impegnano la sindaca a chiedere alla Pisana di sostituirlo con una "semplice istruttoria tecnica". Una opzione già attuata, quindi possibile, per Fiumicino e Pomezia.

"Vogliamo il mare libero": manifestazione davanti lo stabilimento del presidente di Federbalneari

Far fuori i cittadini dal percorso partecipato, tuttavia, non piace a tutti. "In questo modo si escluderà la possibilità di produrre osservazioni su quello che è il vero ecomostro di Roma rappresentato dal lungomuro di Ostia che il M5S a parole dice di volere eliminare, ma che in realtà con il loro PUA salva attraverso una vera e propria sanatoria dell'esistente", ammonisce Angelo Bonelli già co-portavoce nazionale dei Verdi.

Secondo i Dem Athos De Luca e Giulio Pelonzi, consiglieri Pd del X Municipio e del Comune, è "inaccettabile l'eliminazione del Vas" perché  "così si cancella la partecipazione di cittadini e associazioni".  

"La mozione presentata dal M5S è un colpo di mano inaccettabile, perché di fatto vuole escludere la partecipazione dei cittadini che avrebbero tutto il diritto di produrre osservazioni legittime sul futuro del nostro lungomare", dice Andrea Bozzi, capogruppo delle liste civiche autonomiste "Ora" e "Un Sogno Comune" in Municipio X. 

"Dopo che hanno redatto il PUA senza alcun confronto con il Municipio democraticamente eletto - conclude Bozzi - ora si vogliono escludere dalla progettualità perfino le associazioni e i comitati, silenziando di fatto chi non sta con il partito di Ferrara e riducendo tutto ad un vergognoso centralismo capitolino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia: tempi lunghi per abbattere il Lungomuro, M5s esclude cittadini da percorso partecipato
RomaToday è in caricamento