Martedì, 15 Giugno 2021
Ostia Ostia / Lungomare Amerigo Vespucci

Parcheggi a Ostia, Papagni: "Qualche dubbio sulla correttezza del bando"

"Sorge, e non solo a me, qualche dubbio sulla trasparenza e sulla correttezza nella scelta del metodo applicato dalla Giunta municipale per l'approvazione di tale delibera", scrive il presidente di Assobalneari Roma

"Le scrivo in merito al bando di gara per l'affidamento ai privati delle aree sul lungomare destinate al parcheggio. Sorge, e non solo a me, qualche dubbio sulla trasparenza e sulla correttezza nella scelta del metodo applicato dalla Giunta municipale per l'approvazione di tale delibera". Così Renato Papagni, presidente Assobalneari Roma, in una lettera inviata al presidente del municipio XIII Giacomo Vizzani.

"Come già comunicato - aggiunge - in qualità di rappresentante dei Balneari di Roma posso esprimere la condivisione nella scelta di volere chiudere velocemente un provvedimento che il Litorale aspetta da molto tempo. Siamo già al 20 aprile ed il regolamento entrerà in vigore il 15 maggio. Ma nonostante i parcheggi riguardino aree che si affacciano sul fronte demaniale nessuno ha preso in considerazione la nostra opinione a riguardo. I nostri 46 concessionari saranno inevitabilmente coinvolti in quanto i flussi di traffico nelle aree destinate all'affidamento dei parcheggi, dipende dalle attività imprenditoriali e dalle politiche che adotteranno i concessionari balneari, anche in previsione dell'attuale liberalizzazione - sottolinea - La delibera, che prevede un totale di 3967 posti auto e tariffe variabili, coinvolge quegli spazi, anche se indirettamente, di nostra competenza: Lungomare Amerigo Vespucci, Piazzale Cristoforo Colombo, Lungomare Lutazio Catulo ed il tratto di Lungomare Paolo Toscanelli".

"Nella delibera del bando, non ci sono poi i tempi per intraprendere una gara seria per l'affidamento delle aree e non è chiaro, tra l'altro, se e come i residetenti del lungomare saranno esonerati dal pagamento del ticket - conclude - Tra l'altro, attraverso il riscontro della stampa abbiamo appreso che sussiste una volontà, da parte di altre forze politiche, sociali e da parte di altre realtà imprenditoriali, di voler attuare finalmente un piano parcheggi omogeneo ed organico a quelle che sono le esigenze e le caratteristiche del Litorale di Roma, da affidare a grandi società pubbliche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi a Ostia, Papagni: "Qualche dubbio sulla correttezza del bando"

RomaToday è in caricamento