OstiaToday

Ostia, YUT promuove il nuovo servizio per il lavoro giovanile

Il servizio non costa nulla e l’intero introito del lavoro finisce in tasca del giovane lavoratore

Il X Municipio di Roma è il più giovane della capitale, e come tale porta con sé il più alto tasso di disoccupazione giovanile. Un obiettivo primario di YUT è quello di contrastare la disoccupazione giovanile sviluppando iniziative formative a costo sociale; fino ad oggi, ci siamo limitati a questo. Già una buona percentuale di ragazzi che sono usciti dai nostri corsi sociali hanno trovato lavoro in precedenza.
 
Oggi YUT è orgoglioso di condividere con voi la nascita di un nuovo progetto che si va ad inserire in maniera sinergica e complementare con quello che già facciamo. Da quest’anno YUT istituirà 'Il primo servizio di placement di iniziativa giovanilie'.
 
Attraverso una serie di accordi che stiamo stipulando con imprenditori locali e piccole imprese, YUT "cercherà di collocare direttamente nel mondo del lavoro i giovani disoccupati che escono dai suoi corsi di formazione e non. Giovani aspiranti Barman, Social media specialist, animatori per bambini, fotografi e baristi, ma anche giovani formatori in arti visive, creative ed informatiche, potranno avere la possibilità, attraverso il nostro servizio, di muovere i primi passi nel mondo del lavororigorosamente non in nero e con regolare contratto".
 
"Ci teniamo a precisare che il Servizio placement di iniziativa giovanile non funziona come la classica “cooperativa” che lucra sul lavoro degli altri. Il servizio non costa nulla e l’intero introito del lavoro finisce in tasca del giovane lavoratore", spiega il vice presidente di Yut Stefano Tacconi.
 
"Questo è un progetto che stiamo sviluppando e che partirà con la stagione estiva. Noi cercheremo di dare il massimo e di collocare, anche saltuariamente, più ragazzi possibile. - continua Tacconi - Il criterio di precedenza per il Placement sarà strutturato dando rilievo ai seguenti parametri: le competenze individuali, da quanto tempo si è disoccupati, l’iscrizione ai centri per l’impiego, l’età. Vogliamo sottolineare l'assoluta impossibilità di garantire o promettere lavoro. Ma quello che possiamo garantire è il massimo dell’impegno da parte di tutti noi volontari nel creare e sviluppare in maniera equa e professionale questo servizio a favore di tutti gli under 35 del territorio".
 
"La disoccupazione giovanile è una piaga che noi ragazzi viviamo sulla nostra pelle, cercare di aiutarci a vicenda, senza chiedere niente in cambio, significa essere cittadini attivi e responsabili che cambiano davvero il luogo in cui vivono, rendendolo, quanto più possibile, a misura di giovane". Conclude Tacconi.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento