menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

LETTORI - "Ad Ostia caditoie e tombini ostruiti. Pini pericolosamente inclinati"

Il nostro lettore poi insiste e spiega: "La situazione su viale dei Romagnoli e su via delle Aleutine è apparentemente statica"

"Ho letto su RomaToday, la notizia secondo la quale è iniziata da parte del X Municipio la pulizia di tombini e caditoie per evitare il ripetersi di pericolosi allagamenti. Dopo aver segnalato più volte già dal 31/01 l'esistenza di un pericolo legato al fatto che i tombini e le caditoie su Viale dei Romagnoli e su Via delle Aleutine non sono funzionanti". A scriverci è Luciano Leonio, un nostro lettore tengo che intende precisare che:
 
"Nessuno si è degnato di rispondere alle mie innumerevoli segnalazioni portate. Il fatto che non ci sia stata alcuna risposta da parte degli organi competenti non sarebbe un problema se alle mie segnalazioni fossero seguiti degli interventi atti a risolvere i problemi segnalati, cosa che purtroppo non è accaduta. Anche l'ultima mia segnalazione del giorno 11/03  all'architetto Cergoli Serini, responsabile, se non ho capito male, della UO Lavori Pubblici del X Municipio, è rimasta senza risposta. Che qualcosa nel Municipio si stia muovendo l'ho dovuto appurare dal sito internet citato".
 
Il nostro lettore poi insiste e spiega: "La situazione su Viale dei Romagnoli e su Via delle Aleutine, dove c'è anche il marciapiede sprofondato (ad inizio mese di febbraio) in attesa di intervento di sistemazione, è apparentemente statica. Non c'è stato l'intervento per i tombini intasati di Viale dei Romagnoli. Non c'è stato l'intervento per la caditoie ostruite di Via delle Aleutine. Non c'è stato l'intervento per ripristinare il marciapiede sprofondato sempre su Via delle Aleutine".
 

Il signor Leonio ci ha spedito anche le foto scattate negli ultimi tre giorni (verificate i dati EXIF che non ho rimosso) dei tombini di Viale dei Romagnoli e del marciapiede di Via delle Aleutine. Nelle foto ha evidenziato anche la presenza nelle immediate vicinanze dei tombini di quelle che sembrano radici, presumo dei pini che dividono Viale dei Romagnoli dalla Via del Mare. 

"Mi viene il dubbio che siano proprio le radici dei pini la causa del mancato funzionamento dei tombini e delle fognature a dispersione. - sottolinea - Proprio oggi, scattando le ultime foto dalla finestra di casa, mi sono reso conto che forse c'è un'altra situazione di pericolo che forse non va sottovalutata. Due dei pini, le cui radici hanno sollevato in più punti il manto stradale di Viale dei Romagnoli e sono evidenti nei pressi di alcuni tombini, sono pericolosamente inclinati (circa venti gradi rispetto alla verticale valutati sulla foto). Erano già inclinati, ma ho l'impressione, spero di sbagliarmi, che l'inclinazione stia aumentando e non so quanto ancora possono tenere le radici che come si vede anche nelle foto, sono molto superficiali. Se uno dei due o tutti e due i pini dovessero crollare, potrebbero creare seri danni alle cose ed anche alle persone. Segnalo quindi la situazione di potenziale pericolo per una valutazione più accurata da parte degli organi competenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento