Martedì, 18 Maggio 2021
Ostia Ostia / Via Oletta

"#AlloraAndrea?", striscioni di CasaPound in tutta Ostia contro il presidente Tassone

Marsella: "Un'azione su tutto il territorio rivolta ad una giunta che ha disatteso tutte le promesse elettorali"

Una decina di striscioni provocatori affissi in tutto il X Municipio contro il presidente Andrea Tassone, che "ha disatteso tutte le promesse della campagna elettorale". E' questa l'ultima azione di CasaPound Italia che ha usato ironicamente lo slogan delle scorse elezioni del centrosinistra "ALLORANDREA?" rimandandolo al mittente come un boomerang denunciando le lacune dell'amministrazione. 

"Con questi striscioni vogliamo sottolineare - ha spiegato Luca Marsella, responsabile di CasaPound Italia sul litorale romano - il fallimento di Tassone che in campagna elettorale aveva promesso una serie di interventi da fare entro i primi 100 giorni. Ebbene, sono passati 8 mesi dalla sua elezione e dall'insediamento della giunta e nulla è cambiato. Gli striscioni sono stati affissi su strutture o luoghi con problematiche che stando al programma elettorale di Tassone, presentato prima del 26 maggio, ad oggi sarebbero dovute essere risolte. Si era infatti impegnato in primis a trovare fondi per la manutenzione del manto stradale su tutto il X municipio, forte di un vero decentramento che avrebbe realizzato in accordo con Marino, ma a quanto pare le prime piogge lo hanno smentito in quanto interventi di prevenzione straordinaria non ci sono stati e le strade si sono regolarmente allagate. In secondo luogo aveva promesso di portare la frequenza delle corse della Roma-Lido a 9 minuti entro la fine dell'anno grazie a interventi di collaudo tra le stazioni, ma il 2013, anche in questo caso, si è chiuso con la Roma-Lido più volte in ritardo e al collasso". 

"Poi ancora - continua Marsella - aveva promesso fondi per scuole e asili assicurando la disponibilità dei fondi, ma ad esempio per la derattizzazione della scuola DOREMIDIVERTO i millantati soldi pubblici non sono stati trovati, ma al contrario nessun problema c'è stato per regalare 40.000 euro per finanziare il capodanno organizzato al Teatro del Lido, gestito dalla sinistra radicale. Sempre in tema di scuole non va dimenticata la scuola materna di via Orioli ad Ostia Antica, i cui lavori sono ricominciati a Novembre dopo continue proteste da parte dei genitori, e siamo fortemente dubbiosi che verranno finiti entro Marzo. Altro atteggiamento inaccettabile è la tolleranza mostrata nei confronti del degrado del territorio, delle baraccopoli presenti ed ignorate in molte aree verdi a partire dalla pineta di Castelfusano e delle Acque Rosse, dei mercatini abusivi di via Oletta e di via delle Sirene ad Ostia. Al contrario, l'amministrazione ha pensato bene di parlare in estate di "villaggi temporanei", campi nomadi e solo dopo una forte opposizione di CasaPound e dei cittadini si è vista costretta a fare un passo indietro, con dichiarazioni contraddittorie e confuse di Tassone e dell'assessore Droghei. Simbolo dell'abbandono del territorio sono poi la ex scuola Leonori e le strade chiuse per le buche ad Acilia, dove sono stati affissi striscioni, ed i ponteggi che da anni circondano il palazzo del municipio stesso".

"Infine Tassone aveva detto che si sarebbe fatto portavoce delle istanze del territorio con Regione e Comune visto che il colore politico è lo stesso. Allora Andrea, perché non stai sollecitando la Regione per aprire il reparto di pronto soccorso pediatrico al Grassi? O per evitare il collasso del Cpo? Dove sono i fondi per asili, scuole e per tutte le aree verdi del municipio? La tua rabbia, il tuo disgusto, e la tua voglia di cambiamento insieme alla tua squadra di giovani onesti e preparati che fine hanno fatto? E allora Andrea ti diamo un consiglio: sbrigati perché il X Municipio pretende risposte e non siamo di quelle opposizioni  che - conclude Marsella - come il centrodestra che siede al parlamentino lidense sono disposte a chiudere un occhio". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"#AlloraAndrea?", striscioni di CasaPound in tutta Ostia contro il presidente Tassone

RomaToday è in caricamento