rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Ostia

Quattro stelle per Anffas Ostia: arriva al quarta certificazione

"Dimostriamo non solo di stare al passo con i tempi, ma anche di voler anticipare ciò che per altri sarà obbligatorio tra 24 mesi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Anffas Ostia "non discrimina le donne, non vìola le norme inserite nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, né i diritti dell'Infanzia e delle Persone con Disabilità". Lo certifica Tuv Austria, il più antico ente europeo del settore nel rispetto delle linee guida della CEPAA (Council of Economical Priorities Accreditation Agency), che ha rilasciato all'associazione SA 8000, uno standard internazionale che attesta il rispetto di tutti i criteri di gestione aziendale connessi alla responsabilità sociale d'impresa.

La SA 8000 coinvolge tutta l'azienda, fornitori compresi, attestando il rispetto delle "garanzie di sicurezza e salubrità sul posto di lavoro" e le normative dettate dall'Organizzazione Internazionale del lavoro, dal contrasto al mobbing all'utilizzo di lavoratori non contrattualizzati, irregolari o mal retribuiti, verificate dopo un'ispezione che ha così portato Anffas Ostia a ottenere la quarta certificazione internazionale.

Anffas Ostia oggi oltre a essere la prima Onlus a impatto zero sul territorio è anche la prima con un sistema di controlli sulla sicurezza e salute del lavoro totale abbinata a un sistema qualità integrato con le altre certificazioni, riconosciute a livello internazionale con la OHSAS 18001:2007, la ISO 14001:2004, la ISO 9001:2008 e oggi anche con la SA8000.

"Con questa certificazione - sottolinea il presidente Ilde Plateroti - dimostriamo non solo di stare al passo con i tempi, ma anche di voler anticipare ciò che per altri sarà obbligatorio tra 24 mesi. Questo significa che già da oggi Anffas Ostia sta rispettando ogni regola si possa immaginare e non abbiamo bisogno di tempo per allinearci alle direttive, il perché è semplice: qui si parla dei nostri figli e su questo non abbiamo mai voglia di scherzare. Il nostro motto si può riassumere in quattro parole: diritti veri! Non demagogia".

"L'associazione - spiega il direttore generale Stefano Galloni - è tra le pochissime associazioni di Roma Capitale e d'Italia a poter vantare standard qualitativi di questo livello abbinate a politiche attive per la tutela e la cura delle persone con disabilità. Non è facile trovare un'associazione che vanti quattro certificazioni di questo livello, tra le quali l'ultima, la SA 8000, che tra due anni sarà obbligatoria per tutti gli enti sanitari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro stelle per Anffas Ostia: arriva al quarta certificazione

RomaToday è in caricamento