OstiaToday

Ostia: denunciato per diffamazione Paolo Ferrara, candidato presidente M5S

A far scattare la denuncia alcune affermazioni, considerate "gravissime, false e tendenziose" dal candidato Andrea Schiavone della Lista civica Marino

Denuncia per diffamazione nei confronti di Paolo Ferrara, candidato alla presidenza del municipio X, (ex XIII), per il Movimento 5 Stelle. A presentarla è Andrea Schiavone, candidato al consiglio municipale con la Lista civica Marino. Il motivo sono le dichiarazioni a mezzo stampa del grillino giudicate “gravissime, false e tendenziose” in relazione alla notizia del cinque chioschi sottoposti a sequestro sulla spiaggia di Castelporziano da parte della capitaneria di porto.
 
La frase ‘incriminata’: “Molteplici sono i poteri coinvolti nella cattiva gestione e ‘profanazione’ delle spiagge del popolo di Roma. Ci sono responsabilità evidenti, dai membri silenti del Pd agli sprovveduti amministratori del Pdl, passando per tutti quelli che per convenienza elettorale (vedi coalizioni) oggi tengono la bocca ben cucita”.
 
“Il link alla voce 'coalizioni' si riferisce all'articolo del quotidiano Repubblica dove si cita anche la Lista Civica Marino di cui il sottoscritto, per il X Municipio, fa parte. Non accettiamo in alcun modo questo modo becero di fare politica, soprattutto da parte di chi, come Paolo Ferrara, vive da sempre ad Ostia e risulta arruolato nella guardia di finanza (di Ostia) dal 1989. Allora, glielo domandiamo noi: dove era Paolo Ferrara negli ultimi 10 anni?”, domanda Schiavone.
 
Per parte sua, Paolo Ferrara aveva 'attaccato' sia Andrea Tassone, capogruppo Pd e candidato alla presidenza del municipio per il centrosinistra, sia l’intera giunta di centrodestra. “Sembra che le strutture che operavano sugli arenili da oltre dieci anni, assegnate da amministrazioni di destra e sinistra, non abbiano mai pagato canoni di concessione e servizi, passando da cubature originali di 70 mq a 10 volte di più. Com'è possibile che queste violazioni passino inosservate agli occhi degli amministratori?”, si chiedeva il candidato del M5S. Da qui le sue considerazioni sui “molteplici poteri coinvolti nella cattiva gestione e ‘profanazione’ delle spiagge del popolo di Roma”.
  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento