Lunedì, 2 Agosto 2021
Ostia Ostia / Viale dei Romagnoli, 515

Ostia, presentazione Waterfront: la polemica

La prossima settimana SEL XIII Municipio presenterà l’ “anti waterfront”: una proposta di creazione di un “Monumento Naturale delle Dune di Ostia”, ai sensi della legge regionale 29/9

Si terrà oggi, alle ore 17.30 presso la multisala Cineland (viale dei Romagnoli, 515 – Ostia) la presentazione del programma per la riqualificazione del lungomare di Ostia – Waterfront. Introdurrà, Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio e concluderà i lavori Gianni Alemanno, Sindaco di Roma Capitale. Un presentazione, però, che fa polemica. 

La prossima settimana SEL XIII Municipio presenterà l’ “anti waterfront”: una proposta di creazione di un “Monumento Naturale delle Dune di Ostia”, ai sensi della legge regionale 29/97. “Si tratta di un progetto – dichiara Sandro Lorenzatti, Coordinatore di SEL XIII Municipio – già approvato nella precedente legislatura regionale dall’ex assessore all’Ambiente Filiberto Zaratti (SEL) che, la nuova maggioranza di centro destra ha lasciato sepolto in un cassetto invece di inviarlo come dovuto alla Commissione Ambiente del Consiglio Regionale per la sua approvazione. Il progetto era stato già approvato dal Comune e dalla Provincia e prevedeva l’istituzione della tutela delle aree verdi residue del lungomare di Ostia ai sensi della l.r. 29/97. Si tratta in parte di aree che in parte preservano ancora gli aspetti naturalistici tipici della duna costiera prima dell’urbanizzazione, in parte di aree verdi che potrebbero, opportunamente trattate, essere rinaturalizzate. Il progetto era stato sostenuto anche da associazioni e comitati di quartiere ed era supportato da una relazione scientifica del Dipartimento di Biologia vegetale della Sapienza, sulla base del quale era stata anche avviata, sempre da Zaratti, una richiesta di istituzione di un SIC (Sito di Interesse Comunitario) che la Regione non ha più sostenuto. un progetto che SEL XIII presenterà pubblicamente la prossima settimana e chiederà sia inviato al Consiglio Regionale ”.

“Questo è la nostra risposta al waterfront – prosegue Lorenzatti – e non solo perché ne impedirebbe la realizzazione tutelando il verde, ma anche perché conesso proponiamo un modo diverso di pensare il territorio e di far crescere l’ economia locale. Le nostre risorse sono i beni culturali, il verde e il mare e non il cemento. Noi dobbiamo combattere l’economia di rapina di pochi per rilanciare l’economia sostenibile di tutti. La tutela di queste aree non significherebbe affatto la loro “chiusura”, al contrario si valorizzerebbe un bene aumentandone le potenzialità e si potrebbero far affluire fondi per iniziative compatibili e per creare posti di lavoro. Il tutto rispettando città e cittadini.”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, presentazione Waterfront: la polemica

RomaToday è in caricamento