Giovedì, 29 Luglio 2021
Ostia Ostia / lungomare Caio Duilio

Ostia, movida: Sel chiede misure preventive

Sel XIII: "L'amministrazione e le forze dell'ordine diffidino i gestori al rispetto delle regole. misurare i decibel, revocare deroga orario e limitare il traffico sul lungomare"

“Invece di limitarsi a convocare le riunioni del lunedì, quando si possono fare solo le liste dei danni del fine settimana, chiediamo agli amministratori e alle forze dell’ordine di intervenire oggi, preventivamente, presso i gestori delle discoteche diffidandoli a mantenere il suono entro i limiti consentiti e a chiudere entro l’orario consentito, regole che fino ad oggi quasi nessuno  ha rispettato. Occorre fare le misurazioni durante tutto il fine settimana e soprattutto occorre individuare strategie per la viabilità che limitino tra venerdì e domenica il traffico sul lungomare, dove peraltro da anni si attende l’istallazione dei dossi per ridurre la velocità. Chiediamo anche che il Municipio revochi la deroga all’orario di chiusura che non può assolutamente protrarsi fino alle 4 del mattino. Infine deve essere prevista la chiusura dei locali che non rispettano le norme”, dichiara Sandro Lorenzatti, Coordinatore SEL XIII Municipio


“Fino a tarda notte nei week end un rombo assordante non consente il riposo alla cittadinanza e tutto ciò per compiacere le esigenze dei gestori - aggiunge Leonardo Ragozzino, Coordinatore del circolo SEL Ostia Levante -. La mancanza di rispetto per la cittadinanza e per tutto ciò che è pubblico diventa in questo periodo ancora più marcata sul litorale di levante, dove oltre al frastuono delle discoteche ora assistiamo anche alla saturazione dei già ridotti spazi delle spiagge libere. Ad esempio l'arenile demaniale sul lungomare Caio Duilio, tra il Plinius e il Tibidabo, si va riempiendo di campi e campetti che limitano ulteriormente l'accesso a chi non vuole, o non può, spendere tanto per un bagno estivo”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, movida: Sel chiede misure preventive

RomaToday è in caricamento