OstiaToday

Ostia, architetti a confronto per ridisegnare il lungomare. Di Pillo: "Il mare di Roma passa attraverso nuovi progetti"

La minisindaca di Ostia: "È stato fatto un grande lavoro sulle spiagge di Capocotta e Castelporziano e sulle spiagge libere"

E' iniziato ad Ostia la V Edizione di "Ostia Autumn School" che quest'anno avrà come tema "Lidi Misteriosi, Architetture a colori per la libera spiaggia di Roma". La manifestazione si articola in due importanti momenti di analisi e progettazione: da una parte dibattiti su argomenti legati al waterfront e alla qualità dell'architettura marittima e dall'altra alla partecipazione di architetti nazionali e internazionali che in qualità di Tutor guidano gruppi di studenti e professionisti nello sviluppo di un'idea progettuale su un tema legato al territorio del litorale romano.

Obiettivo dell'evento è quello di sensibilizzare e promuovere il territorio ostiense e portare all'attenzione delle istituzioni e dei professionisti il tema dell'acqua nel suo rapporto con la città, e prendendo come oggetto di studio il litorale romano e la sua spiaggia libera. Fra i tutor chiamati quest'anno ad offrire il loro contributo progettuale ci saranno Gianluca Peluffo ed Ernesta Caviola, Teresa Sapey, Riccardo Roselli, Giuliano Fausti e Claudia Bonollo.

All'evento, oggi ha partecipato anche la Presidente del Municipio X Giuliana Di Pillo: "Questo è un territorio ricco di potenzialità e di bellezza; un territorio dove vivono persone attive, che hanno voglia di riscatto, di un cambio di passo rispetto all’immagine che troppo a lungo è stata data attraverso alcuni media. Queste iniziative sono importantissime e danno notevoli spunti per ripartire e crescere insieme. Quest’anno ancora con più soddisfazione in considerazione del fatto che l’argomento portante è il mare e delle nostre spiagge. Nel corso del suo Commissariamento è stato avviato il progetto Pua che nel frattempo è stato portato avanti anche in Giunta. Presto sarà portato nelle commissioni di pertinenza e quindi sarà oggetto di discussione pubblica prima di portarlo in Assemblea capitolina"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di Pillo ha poi aggiunto: "È stato fatto un grande lavoro sulle spiagge di Capocotta e Castelporziano e sulle spiagge libere; come ci imponeva la legge abbiamo abbattuto i chioschi abusivi e in questo periodo stiamo lavorando ad un progetto che consentirà, già dalla prossima stagione, di dare il nome di un colore ad ogni tratto di arenile a seconda del colore delle passerelle. Ci sarà ad esempio la spiaggia rosa, quella azzurra e così via. È giusto ripartire anche da questo e dare un’altra immagine del Mare di Roma, quella reale. I colori raccontano vivacità, speranza nel futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento