OstiaToday

Roma si prende il suo mare: Ostia affollata per il 2 giugno, ma le spiagge libere sono ancora un cantiere

Dopo il primo week end con il tempo incerto, approfittando della festa della Repubblica, in tanti hanno raggiunto il mare di Ostia

Il sole alto in cielo e quella giusta dose di vento hanno inaugurato l'estate 2020. Dopo il primo week end a singhiozzo, complice il tempo che ha fatto le bizze, Roma si (ri)prende il suo mare nel giorno della Festa della Repubblica. Tanti, infatti, in questo 2 giugno hanno scelto Ostia.

Chi ha già rinnovato il proprio abbonamento stagionale al lido preferito è tornato ad usufruire di cabine, ombrelloni e lettini (già possibile dal 29 maggio per altro). Il colpo d'occhio, anche con il distanziamento sociale rispettato, è stato notevole. E dal Pontile è stato facile apprezzare chi ne ha approfittato per fare i primi bagni dell'estate.

Qualche slalom in più per chi ha scelto le spiagge libere e quelle libere attrezzate. Problemi che ormai si trascinano da giorni dovuti a carenze e al continuo working progress della "web app" Seapass. Basta avventurarsi per tutti i 18 chilometri di spiaggia per accorgersene.

A Capocotta i chioschi sono operativi ma le paline per il distanziamento sociale mancano e, nonostante le rassicurazioni del X Municipio, le indicazioni sulla mappa di Seapass sono a metà. Per conoscere l'effettiva affluenza, bisogna cliccare su Ostia Levante, ignorando quindi la mappa (che ferma all'ottavo Cancello), in fondo al sito.

Una volta caricata la pagina, ecco che si potrà vedere dove è localizzato l'arenile ma non ancora conoscere l'affluenza. I gestori dei chioschi, tuttavia, hanno trovato il modo per attuare il distanziamento anti Covid ugualmente.

A Ostia "centro" i chioschi Curvone, Bahia e Hakuna Matata sono stati presi d'assalto, grazie anche al servizio bar e qualche supporto in più per gli steward chiamati a contenere il flusso di utenza in spiaggia.

Totalmente diversa è la situazione a Ostia ponente: qui siamo al cantiere a cielo aperto. Dal lido Anema e Core fino al Porto, infatti, il modello di spiaggia libera concepito dal Movimento 5 Stelle funziona a intermittenza: le paline sono presenti a tratti alterni, alcuni accessi sono sorvegliati e altri no, chi si reca nella spiaggia senza paline "lo fa a proprio rischio e pericolo" (dice lo steward) e in un tratto, all'altezza dell'ex Happy Surf, un ruspa e lo sparasabbia spenti fanno da scenario per un gruppo di bambini che giocano lì, in barba alla sicurezza.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento