Mercoledì, 22 Settembre 2021
Ostia Ostia / Lungomare Lutazio Catulo

Ostia, che disastro! La mareggiata "mangia" lo stabilimento Pinetina

La mareggiata annunciata dall'allerta meteo regionale ha colpito ancora lo stabilimento balneare di Ostia che, nei scorsi mesi, a causa dell'erosione aveva già subito danni ingenti

Un disastro annunciato. La mareggiata di oggi 14 ottobre ha mangiato, ancora, lo stabilimento Nuova Pineta-Pinetina di Ostia. Un incubo infinito quello vissuto da Franco Petrini, gestore del lido che, nonostante le enormi difficoltà, non molla il colpo e continua la sua attività imprenditoriale incoraggiato anche dai suoi fedeli clienti. 

Dopo le mareggiate che nei mesi scorsi che hanno "mangiato" le cabine, altri crolli si sono registrati tra il 15 e il 16 giugno. Poi ancora un'altra che ha distrutto, definitivamente, alcune strutture in legno inghiottendone le assi. Una situazione disastrosa con una perdita economica notevole con circa 300mila euro di danni.

Petrini, che non vuole perdersi d'animo questa estate ha lavorato in emergenza senza perdere mai il sorriso. A giugno anche la zona docce e quella degli ombrelloni dello stabilimento Nuova Pineta-Pinetina erano state compromesse. Il problema, che si ripropone costantemente, sta nell'immobilismo delle istituzioni e nei ripascimenti mancati. Progetti pronti che, però, ancora non riescono a decollare.  

Uno spiraglio di luce sembrava essere stato trovato a settembre quando i balneari del lido hanno incontrato il comandante della Capitaneria di Porto di Roma Fabrizio Ratto Vaquer per una operazione urgente sulle coste e sversare sul litorale la sabbia necessaria a restituire arenile alle spiagge. Oggi, però, ci troviamo di fronte una scena già vista. Lo storico stabilimento della Nuova Pineta-Pinetina è compromesso.

CLICCA CONTINUA PER VEDERE I DANNI DELLA MAREGGIATA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, che disastro! La mareggiata "mangia" lo stabilimento Pinetina

RomaToday è in caricamento