Ostia Ostia / Piazzale della Stazione del Lido

Ostia, una marcia contro le mafie. Libera: "Nominarle qui è sempre stato difficile"

Negli anni di mafia capitale, Ostia è oggi l'unico municipio di Roma sciolto per mafia. La giornata avrà inizio alle ore 9:30, con la partenza del corteo cittadino dalla stazione Lido Centro

Una marcia contro la mafia ad Ostia. Da Lido Centro a via Fasan, luogo balzato agli onori della cronaca per arresti e omicidi. Per la XXII Giornata della Memoria e dell'Impegno 2017 l'associazione Libera, insieme ai familiari delle vittime di mafie e con associazioni, scuole e cittadini, sarà in piazza per ricordare nome per nome tutti gli innocenti morti per mano delle mafie, creando in tutto il Paese un ideale filo di memoria.

"Luoghi di speranza, testimoni di bellezza" è il tema che accompagnerà la giornata, la cui "piazza" principale sarà Locri, ma che si svolgerà, simultaneamente, in oltre 4000 luoghi diffusi in ogni parte d'Italia tra cui anche Ostia, posto scelto dalle associazioni di Roma.

La giornata avrà inizio alle ore 9:30, con la partenza del corteo cittadino che partirà dall'area adiacente la stazione lido centro portando fino a Piazza dei Ravennati, il Pontile di Ostia, luogo simbolo della cittadina lidense. 

Il momento principale, costituito dalla lettura dei nomi, inizierà alle ore 11:00 e sarà seguito dal collegamento con il discorso di don Luigi Ciotti in diretta da Locri, seguito poi da interventi musicali.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14, nei locali della Biblioteca Elsa Morante (via Adolfo Cozza 7) e dell'adiacente Teatro Del Lido (ingresso via delle Sirene 22) si terranno seminari di approfondimento sui temi della presenza delle organizzazioni criminali e mafiose nella città di Roma presso "il 21 Marzo dei Piccoli" Teatro scuola Guttuso, in via Marino Fasan cuore di Ostia Nuova.

"Negli anni di mafia capitale, Ostia è oggi l'unico municipio di Roma sciolto per mafia. Ma nominarle, le mafie, a Ostia come a Roma è sempre stato difficile. - si legge in una nota di Libera - Negate da imprenditori e professionisti, negate dalla politica, le mafie si sono conquistate perfino  un pezzo di costa, di quel lungomuro che separa i romani dal mare. Hanno comprato la loro ricchezza malata, hanno intimidito, incendiato, ucciso".  

"Oggi si svolgono i primi processi per mafia e corruzione: alla sbarra ci sono i clan, gli ex direttori  e presidenti del Municipio, ex commissari di polizia, illustri imprenditori e professionisti. - continua Libera - E al centro, nel cuore della città, la speranza di chi il territorio lo cambia ogni giorno con il sorriso e l'impegno: sono associazioni, parrocchie, attivisti, educatori e studenti, tantissimi giovani. Costruiscono giustizia, chiedono diritti guardando agli ultimi, immaginando un futuro che sia finalmente senza mafie e corruzione, testimoni di bellezza della città di Ostia".

A partecipare all'iniziativa anche Sinistra Italiana X Municipio come conferma Marco Possanzini: "In un Municipio come il nostro, dove la presenza criminale è palpabile e dove, purtroppo, nonostante gli accadimenti, ancora si registrano posizioni negazioniste relativamente alla presenza della criminalità organizzata nelle pieghe del territorio, l'iniziativa di domani assume un importantissimo valore sostanziale e non solamente simbolico. Per questo saremo presenti, per dare il nostro contributo fattivo alla lotta al crimine organizzato e alle mafie di ogni ordine e grado. La lotta alle mafie è come la Sinistra, o è di tutti oppure non è". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, una marcia contro le mafie. Libera: "Nominarle qui è sempre stato difficile"

RomaToday è in caricamento