menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia, Giudice di Pace: calendarizzato il consiglio straordinario

I lavori sono stati fissati per il prossimo 15 aprile, una data che va addirittura oltre i 30 giorni dalla richiesta da me protocollata

"La maggioranza al governo del Municipio X ha compiuto la scellerata scelta di calendarizzare per martedì 15 aprile il consiglio straordinario sul Giudice di Pace al fine di  impedirne la chiusura. Si tratta infatti di una data che va addirittura oltre la scadenza dei 30 giorni previsti per la calendarizzazione del consiglio dalla data di protocollo della richiesta di convocazione da me presentata lo scorso 12 marzo. E' un ritardo che fa concretamente temere la soppressione dell'ufficio giudiziario di via Costanzo Casana". Lo dichiara Giulio Notturni, capogruppo della Lista Marchini del Municipio X di Roma Capitale.

"Nonostante le sconclusionate affermazioni del presidente del Municipio X relative ad un trasferimento della sede da Ostia ad Acilia, ad oggi resta il drammatico fatto che il Giudice di Pace verrà chiuso il 30 aprile prossimo. Avanzare quindi proposte di sedi dove trasferirlo è il segno tangibile che l'amministrazione non ha ben capito la realtà dei fatti. Fanno riferimento, spesso, al decreto legislativo sbagliato, dando dimostrazione di superficialità e non
conoscenza della vicenda", spiega il consigliere Notturni. 

"In merito a questa delicata questione, che interessa, non dimentichiamolo 300mila cittadini del Municipio X, l'amministrazione si è dimostrata poco responsabile, nonché tardiva nel prendere una decisione. Era un consiglio traordinario urgente da fare il prima possibile allo scopo di intervenire tempestivamente ma, come sempre suquesti argomenti, come dimostra il caso della sezione tagliata del tribunale di Ostia, la maggioranza si è mossa distrattamente, senza peraltro capire la reale importanza e i disagi che la soppressione di questo servizio arrecherà ai nostri concittadini. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando non ha inserito il Giudice di pace nell'elenco dei 285 presidi giudiziari salvati dalla chiusura: potrà adesso il consiglio compiere il 'miracolo'? Staremo a vedere. Resta il rammarico che non abbiano voluto agire per tempo, incuranti di poter provocare un vero e proprio disastro per la cittadinanza", conclude Notturni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento