rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Ostia Ostia / Via Aristide Carabelli

X Municipio, decoro ubrano: cittadini curano verde pubblico

Antonella Moroso del Pdl del X Municipio lancia una proposta: "Facciamo in modo che possano adottare un'isola verde"

Dopo il flop di Ostia senza 'Estate Romana', ecco un altro attualissimo problema che grava sulla nuova amministrazione del X Municipio: il verde pubblico. "E' vergognoso" - commenta Antonella Moroso, esponente Pdl nel X Municipio - che gruppi di cittadini devono curare a proprie spese i giardini pubblici cercando di migliorare il verde nel X Municipio". Gli interventi hanno riguardato Piazza Anco Marzio, Piazza Guliano della Rovere, Via delle Isole di Capoverde angolo Via Carabelli e Piazza Scipione l'Africano. 

"La nuova Amministrazione - continua Moroso - prende tempo, forse troppo, considerando che il verde pubblico non fa altro che ingiallire sempre di più, giorno dopo giorno. Dovremmo ringraziare tutti i commercianti e i condomini del X Municipio per aver svolto un servizio che non spetterebbe a loro. Non solo. Questa Giunta ha anche bloccato l'istituzionalizzazione della collaborazione degli imprenditori nella gestione dei parchi abbandonati." 


"Se il Municipio X non riesce a farsi carico della riqualificazione del verde pubblico - aggiunge Moroso - potrebbe dare la possibilità di adottare un'isola verde a soggetti terzi. La proposta consiste nell'affidamento di aree verdi urbane da parte di soggetti terzi quali associazioni, enti, condomini o privati cittadini senza fini di lucro. L'idea è quella di ristrutturare e riqualificare le zone verdi del X Municipio attraverso la partecipazione diretta dei cittadini. Inoltre, nel caso in cui l'affidatario si tratti di una figura che possieda un'attività commerciale, oltre a contribuire al decoro urbano, avrebbe la possibilità di apporre sulla stessa area verde un cartello pubblicitario per sponsorizzare il suo esercizio". 

La proposta consiste nell'affidamento di aree verdi urbane del X Municipio da parte di soggetti terzi: associazioni, comitati di quartiere, commercianti, condomini, enti o privati cittadini.

"Questa è la soluzione che, avevo presentato nella mia campagna elettorale durante le Amministrative 2013, è già messa in pratica da diverse città italiane che hanno fatto così riscoprire il verde ai cittadini, evitando i costi esosi della pulizia e della manutenzione. Si tratta di una forma di partenariato pubblico-privato a valenza educativa e sociale. Negli Stati Uniti è la prassi, nelle nostre città si comincia a vedere un interesse all’affido del verde. Città come Milano, Napoli, Campobasso, Albino (Bg) e alcuni Comuni dell'Emilia Romagna hanno già sperimentato con successo questa idea. In questo modo - conclude Moroso - non solo la città, ma soprattutto i cittadini si riapproprierebbero del verde attraverso una politica educativa che coinvolga i cittadini stimolando in loro un maggior rispetto per la città e un senso civico più maturo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

X Municipio, decoro ubrano: cittadini curano verde pubblico

RomaToday è in caricamento