rotate-mobile
Ostia Ostia 

Delfini, nuovi avvistamenti a Tor Paterno: “Ormai ne abbiamo identificati oltre 200”

Stanzani (Aps Sotto al mare): "In 20 avvistamenti abbiamo riscontrato la presenza di cuccioli molto piccoli, probabilmente nati nella nostra area"

Non sono come le rondini che annunciano la primavera. Anche perché, la loro presenza nella riserva marina  di Tor Paterno è molto frequente. Però con l’arrivo della buona stagione, aumentando le occasioni per fare delle escursioni a largo, diventa più semplice immortalare questi delfini.

Il progetto che cattura i delfini con le foto

Dal 2021 è attivo il progetto “catturati in FOTo” che consente, grazie alla sinergia realizzata tra l’associazione di promozione sociale “Sotto al mare” e l’Ente regionale RomaNatura, di seguire al presenza di questi mammiferi con degli scatti fotografici. “Con le foto che abbiamo realizzato siamo in grado di riconoscere i diversi esemplari” ha spiegato Lisa Stanzani dell’Aps “Sotto al mare”.

Gli avvistamenti

Gli ultimi avvistamenti sono stati effettuati nelle giornate di venerdì e sabato. Per due giorni sono stati visti 10 esemplari, probabilmente in entrambe le occasioni si è trattato dello stesso gruppo.  “Abbiamo oltre 200 animali foto-identificati ed in oltre 20 avvistamenti abbiamo riscontrato la presenza di cuccioli molto piccoli quindi probabilmente nati nella nostra area. Questo – ha spiegato Stanzani – è un dato molto interessante perché indica che gli animali qui non vengono solo ad alimentarsi ma anche a partorire i loro piccoli, certo questo non è banale”.  Ad aprile, i dati raccolti in questi anni di attività a largo della riserva marina, saranno presentati dall'aps sotto al mare e RomaNatura nella conferenza della società europea dei cetacei.

L'importanza di una riserva marina

I tursìopi, a differenza delle stenelle che pure è occasionalmente possibile avvistare, sono delfini che vivono più vicino alla costa. Pertanto è più facile che entrino in contatto con l’uomo ma anche che subiscano gli effetti delle attività antropiche.Per questo è importante la presenza della riserva marina di tor paterno nell'area in quanto contribuisce anche a diffondere una cultura votata al rispetto di queste specie. 

Il contributo dei volontari

L’associazione si avvale della cosiddetta “Citizen scienze”: i cittadini si rendono protagonisti e partecipi di tutte le attività che si svolgono a bordo. “Grazie all’impegno dei volontari dell’APS, possiamo contare su un grande aiuto, i cittadini che partecipano alle nostre uscite di ecoturismo” ha spiegato Stanzani a Romatoday, sono “gli attori protagonisti delle nostre attività, ci aiutano in tutto, dalla raccolta dati sui delfini al recupero del Marine litter”, di fatto contribuiscono anche nella raccolta di tutti i rifiuti che trovano in mare lungo il tragitto percorso durante l’uscita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delfini, nuovi avvistamenti a Tor Paterno: “Ormai ne abbiamo identificati oltre 200”

RomaToday è in caricamento