OstiaToday

Ostia, complanari Cristoforo Colombo: definanziamento di circa 1,5milioni di euro

Il presidente Tassone e l'assessore all'urbanistica Di Salvo: "Preoccupati da definanziamento"

La notizia del definanziamento di circa 1,5milioni di euro relativi alla realizzazione delle complanari della via Cristoforo Colombo deliberata in Assemblea Capitolina in seno alla rimodulazione dei fondi per Roma Capitale, preccupa il parlamentino di Ostia. Sulla via Cristoforo Colombo si regge parte del collegamento tra Roma e il mare, e su di essa insistono numerosi quartieri che ad oggi hanno scarse alternative all’uso della macchina. 

LE PREVISIONI - "Le previsioni del PRG e del Piano strategico per la mobilità di individuare sulla via Colombo un corridoio del trasporto pubblico, vanno nella giusta direzione di definire un canale preferenziale per il trasporto pubblico, che contribuirebbe in parte a risolvere le criticità che il nostro territorio vive quotidianamente sulla mobilità", dichiarano in una nota congiunta il presidente del X Municipio di Roma Capitale Andrea Tassone e l’assessore all’urbanistica e al patrimonio del X Municipio di Roma Capitale Giacomina Di Salvo.  
 
PIU' PUNTI CICLO-PEDONALI - "Se è vero che il tratto definanziato è quello da via di Malafede a via Mezzocamino, comprendiamo che le risorse non sarebbero state sufficienti a realizzare le complanari, in particolare se non esisteva ancora il progetto. - spiegano gli Amministratori - Allo stesso modo, concordiamo con la necessità di intervenire sul coordinamento semaforico che renda più fluido il flusso sulla via Colombo permettendo allo stesso tempo l’attraversamento dell’infrastruttura, in più punti e anche pedonale e ciclabile, per collegare i quartieri".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

POCA SOSTENIBILITA' - "Il collegamento di quartieri come Infernetto, Axa, Casalpalocco, così come di Roma con il mare, non può continuare a reggersi su un’infrastruttura essenzialmente automobilistica. Ne va della sostenibilità e credibilità della Capitale. Non abbiamo tra l’altro ancora rassicurazioni formali su altre opere essenziali che il territorio aspetta da anni e che interessano la stessa via Cristoforo Colombo; in primis il raddoppio di via di Acilia, da realizzare con i soldi del privato a scomputo degli oneri di urbanizzazione del complesso delle Terrazze del Presidente, e lo snodo di via di Malefede con la via Cristoforo Colombo, per il quale sembra invece che i finanziamenti siano già stanziati”, concludono.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento